ACCESSO AGEVOLATO AL CREDITO SPORTIVO



(continua a leggere)


APPLICAZIONE REGOLE DI GARA



































































































PROTOCOLLO D’INTESA TRA PROTOCOLLO D’INTESA TRA ANCI E L’ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO per la realizzazione ed il rilancio dell’impiantistica locale   PROTOCOLLO D’INTESA TRA Associazione Nazionale Comuni Italiani, con sede legale in Via dei Prefetti, 46 – 00186 Roma Codice Fiscale n. 80118510587, qui di seguito denominata “ANCI” – nella persona del Dr. Leonardo Domenici nella sua qualità di Presidente, che agisce in virtù dei poteri conferitegli dalla legge e dallo statuto; E l'Istituto per il Credito Sportivo, di seguito per brevità denominato “ICS”, iscritto nell'albo delle banche autorizzate da Bankitalia ex art.13 del Decreto Legislativo 01/09/1993 n.385, nonché iscritto alla C.C.I.A.A. di Roma al n. 540312/1996, Codice Fiscale n.00644160582, con sede in Roma Via Alessandro Farnese n.1, rappresentato dal Dott. Andrea Cardinaletti nella qualifica di Presidente dell’Istituto; di seguito, congiuntamente, denominate le “Parti”; PREMESSO CHE - ICS, istituito con legge 24 dicembre 1957, 1295 (e attualmente disciplinato con Dpr 20 ottobre 2000, n. 453), ha natura di ente pubblico economico e persegue la finalità (di pubblico interesse) di erogare, a favore di soggetti pubblici e privati, finanziamenti a medio e lungo termine, volti alla progettazione, costruzione, ampliamento e miglioramento di impianti sportivi, ivi compresa l’acquisizione delle aree e degli immobili relativi a dette attività; - a riprova dello stretto legame istituzionale intercorrente tra le finalità proprie di ICS e il mondo delle autonomie locali, dell’organo amministrativo del primo è chiamato a fare parte un membro designato dalla Conferenza Unificata Stato, Regioni e Autonomie Locali; - ANCI costituisce – statutariamente e istituzionalmente – il sistema della rappresentanza di Comuni, Città Metropolitane ed enti di derivazione comunale; - ANCI ha posto da tempo al centro della propria attenzione la criticità della corretta gestione del patrimonio sportivo nello sviluppo strategico dello sport italiano; - tali temi, in particolare, costituiscono oggetto di specifico approfondimento nell’ambito della Commissione Anci Politiche Giovanili e Sport, cui prendono parte gli assessori al ramo di tutti i Comuni capoluogo di provincia; - è indiscusso il ruolo centrale dei Comuni italiani nell’ambito della politica sportiva italiana; - gli impianti sportivi, per la maggior parte di proprietà comunale, presentano profili di inadeguatezza strutturale di base, non solo, ma con particolare riguardo alle problematiche della sicurezza; - è certa l’inadeguatezza strutturale di gran parte degli impianti sportivi comunali in una moderna ottica di fruibilità multi-purpose; - è al centro dell’impegno attuale e prossimo di ANCI la migliore focalizzazione del tema delle politiche sportive, nonché della realizzazione e gestione dell’impiantistica sportiva; CONSIDERATO CHE - è interesse comune delle Parti realizzare forme di collaborazione istituzionale; - dalla fattiva collaborazione tra ANCI e l’ICS può derivare un indubbio vantaggio per i Comuni, considerato, inoltre, che è di interesse sia dell’Istituto che dell’Associazione semplificare l’attività amministrativa dei Comuni e migliorare il rapporto affinché le problematiche relative alla realizzazione e gestione degli impianti sportivi, comprese il reperimento delle maggiori risorse per i Comuni, trovino concreta soluzione, con conseguente beneficio per la diffusione della pratica sportiva per tutti. Tutto ciò premesso e considerato si conviene e si stipula quanto segue Art. 1 Le premesse e i considerata fanno parte integrante del presente protocollo. Art. 2 Le Parti individuano quali settori di comune interesse e reciproca collaborazione: a.      le politiche di realizzazione, miglioramento, riadattamento e potenziamento delle infrastrutture sportive, previa la definizione della loro esatta consistenza (c.d. “mappatura”); b.      la diffusione della cultura sportiva, anche attraverso la promozione o la partecipazione a eventi di rilevanza nazionale e/o internazionale; c.       l’elaborazione e l’implementazione di politiche volte a favorire l’accesso all’attività sportiva, e alle relative strutture, dei soggetti diversamente abili; d.      il contrasto dei fenomeni di violenza e, in generale, degenerativi della cultura sportiva, anche attraverso il potenziamento delle occasioni di incontro sportivo; e.      lo studio, l’elaborazione e l’implementazione di modelli di innovazione, semplificazione ed efficacia amministrativa nelle politiche di cui alla lettera a); f.        la valorizzazione e diffusione delle best practices sviluppatesi a livello comunale nelle materie di comune interesse; g.      il rafforzamento e l’ottimizzazione dei servizi in materia in favore dei Comuni italiani.                                                ART. 3 Le Parti, alla luce di quanto sopra, e ai fini dell’attuazione del presente protocollo d’intesa si impegnano, nel rispetto della reciproca autonomia istituzionale, a promuovere e conservare uno stretto partenariato, nonché forme permanenti di confronto tra le stesse e con i diversi livelli istituzionali di governo del Paese.   ART. 4 Ai fini di quanto all’art. 3, Anci e ICS si impegnano a costituire organismi paritetici per  l’elaborazione e l’attuazione del/i piano/i congiunto/i di attività delle Parti.   Art. 5 ICS si impegna, nello sforzo di ottimizzazione della propria presenza territoriale e di miglioramento della qualità dei servizi offerti, ad attivare, d’intesa con l’ANCI, sportelli informativi di supporto ai Comuni interessati alla valorizzazione dell’impiantistica sportiva nazionale.   Art. 6 ANCI si impegna a svolgere attività di comunicazione per divulgare il presente accordo, specie presso i Comuni di minore dimensione demografica. Le Parti si impegnano alla realizzazione di una campagna informativa presso i Comuni, in particolare si impegnano a garantire almeno la realizzazione, entro il primo anno dalla stipula del presente Protocollo, dell’iniziativa di presentazione pubblica del presente Protocollo, nonché di 3 iniziative di carattere macro-regionale nelle aree indicate dall’ANCI. ANCI si impegna a promuovere e sollecitare presso le Amministrazioni locali ogni forma di collaborazione con l’Istituto stesso. ANCI si impegna a sollecitare le proprie strutture regionali alla realizzazione degli obiettivi sopraindicati, promuovendo la definizione dei necessari accordi a livello periferico per l’organizzazione e gestione operativa degli sportelli informativi attivati sul territ......