AMMISSIBILITÀ ALLE GARE PER LA FORNITURA DI SERVIZI



(continua a leggere)


Legge 145/2002: si applica anche agli enti locali



































































































Ric Ric. n. 2822/2001                                                Sent. n. 5973/02 R E P U B B L I C A   I T A L I A N A   IN NOME DEL POPOLO ITALIANO   Il Tribunale amministrativo regionale per il Veneto – sezione I   composto dai Sigg.ri:                 Stefano Baccarini                      Presidente estensore                 Angelo De Zotti            Consigliere                 Fulvio Rocco                            Consigliere ha pronunciato la seguente S E N T E N Z A sul ricorso sub n. 2822/01 proposto da GEMINI s.r.l., rappresentata e difesa dagli avv.ti Maurizio Salvalaio e Gavino Spiga ed elett.te dom.ta presso lo studio del primo in Mestre, Via L. Einaudi, n. 15; c o n t r o l’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PADOVA in persona del rettore pro-tempore, rappresentata e difesa dall’Avvocatura Distrettuale dello Stato presso la quale è dom.to in Venezia, S. Marco, n. 63; per l’annullamento del bando di gara a procedura ristretta accelerata dell’Università di Padova 29.9.2001 per il servizio di pulizia ordinaria nei locali ed aree siti in Padova, Legnaro, Vicenza, Asiago e Chioggia per il periodo 1.1.2002 – 30.6.2004; nonché per il risarcimento del danno Visto il ricorso con i relativi allegati; Visto l'atto di costituzione in giudizio della Università degli studi di Padova; Viste le memorie prodotte dalle parti a sostegno delle rispettive difese; Visti gli atti tutti della causa; Relatore alla camera di consiglio del 3 ottobre 2002 il Presidente Stefano Baccarini e uditi l'avv.  Salvalaio per la ricorrente e l'avv. dello Stato Brunetti per l’Università degli studi di Padova. FATTO  E  DIRITTO Premesso: che la Gemini s.r.l. ha impugnato il bando di gara a procedura ristretta accelerata dell’Università di Padova 29.9.2001 per il servizio di pulizia ordinaria nei locali ed aree siti in Padova, Legnaro, Vicenza, Asiago e Chioggia per il periodo 1.1.2002 – 30.6.2004 limitatamente alla clausola che richiede che come requisito di capacità tecnica ed economica ciascuna impresa debba attestare di non aver ricevuto più di tre contestazioni scritte né risoluzione di contratto per inadempienza o revoche di aggiudicazione per mancata attivazione del servizio, deducendo quattro motivi e chiedendo altresì il risarcimento del danno;