ANCORA SUL CREDITO D'IMPOSTA RELATIVO AGLI UTILI DI SOCIETÀ DI GESTIONE DI SERVIZI PUBBLICI



(continua a leggere)


Recupero dell'eccedenza del credito d'imposta



































































































Risoluzione del 06/08/2002 n Risoluzione del 06/08/2002 n. 269  Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa e Contenzioso       Oggetto:Quesiti in  ordine  alla  disciplina  fiscale  degli  enti  gestori di servizipubblici locali.(Documento in fase di trattamento redazionale.)Testo:       Si fa  riferimento  alla  nota  del 9 aprile 2002, con la quale codestaFederazione ha  posto  due quesiti relativi alla disciplina fiscale degli entigestori di   servizi  pubblici  locali,  disciplinati  dagli  articoli  113  e113-bis del  testo  unico  delle  leggi sull'ordinamento degli enti locali, dicui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 (TUEL).                                                                                                          Quesiti e soluzioni prospettate                                               Il primo   quesito   riguarda   la   distribuzione  della  "riserva  dirivalutazione" costituita  in  sede  di  trasformazione di aziende speciali insocieta' per  azioni  ai  sensi  dell'art.  115  del  TUEL.  Si chiede se taliriserve, costituite  in  esenzione  d'imposta in base a disposizioni di legge,abbiano la  stessa  natura  di  quelle  accantonate  nel cosiddetto periodo dimoratoria (di  cui  all'art.  66  del  decreto-legge n. 331 del 30 agosto1993,convertito dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427).                                     In tal  caso,  ai  sensi dell'art. 3, comma 73, della legge 28 dicembre1995, n.  549,  la  distribuzione  di  tali  riserve  sarebbe  da  considerareripartizione di  riserve  di  capitale  ai  sensi  dell'art.  44, comma 1, deltesto unico  delle  imposte  sui redditi, approvato con decreto del Presidentedella Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 (TUIR).                                    Il secondo  quesito  riguarda l'applicazione dell'art. 14, comma 1-bis,del TUIR,  come  modificato,  da  ultimo, dall'art. 35 della legge 28 dicembre2001, n.  448.  In  particolare si chiede se l'applicazione di tale norma, checonsente l'attribuzione   ai   comuni  del  credito  d'imposta  sui  dividendidistribuiti dagli  enti  gestori  di  servizi  pubblici  locali, possa trovareapplicazione anche  per  i dividendi distribuiti dagli enti indicati dall'art.113-bis del TUEL.                                                                                                                                                  Interpretazione                                                               Con riferimento  al  primo  quesito,  non  si  ritiene applicabile allafattispecie la  disposizione  dell'art.  3,  comma  73, della legge n. 549/95,che espressamente  riguarda  la  distribuzione  di riserve di utili formati inregime di "moratoria fiscale".                                                       La riserva  in  questione,  invece, trae origine dalla "trasformazione"delle aziende  speciali  in  societa'  per  azioni, ai sensi dell'art. 115 delTUEL.                                                                                Come gia'  affermato  dalla  scrivente  nella  risoluzione n. 153 del 5ottobre 2001  -  alla  quale  si  rimanda per una piu' compiuta disamina dellafattispecie -   tale   "trasformazione"   si   sostanzia,  in  realta',  nellacostituzione di  una  nuova  societa',  rispetto alla quale assume particolarerilevanza il  momento  del  conferimento,  da parte dell'ente locale, dei beniorganizzati per l'impresa.                                                           Di conseguenza,    il   conferimento   dei   beni,   in   quanto   attorealizzativo, consente  il  riconoscimento  fiscale  in capo alla conferitaria