ASPETTATIVE PER COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E VERSAMENTI INPDAP



(continua a leggere)


LA PATENTE A PUNTI DOPO LA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE



































































































Inpdap Inpdap Nota operativa n.5 OGGETTO: Cooperazione nei Paesi in via di sviluppo. Aspettativa concessa ai sensi dell'art.32 della legge 26.2.87 n.49, modificata dalla legge 29.8.91 n.288. Ad integrazione di quanto rappresentato con l'informativa n.26 del 30.6.2003, di questa Direzione Centrale in merito alla tutela previdenziale dell'aspettativa senza assegni concessa ai cooperanti con le organizzazioni non governative, si fa presente quanto segue. L'articolo 32 della legge n.49 del 26 febbraio 1987, integrato dall'articolo 3, comma quater, della legge n.288,29 agosto 1991, prevede che i cooperanti con le organizzazioni non governative, che siano dipendenti dello Stato o di enti pubblici, possono ottenere il collocamento in aspettativa senza assegni e l'articolo 20 della stessa legge n.49/87 riconosce che il servizio reso sia equivalente per intero ad analoghe attivitą professionali di ruolo prestate nell'ambito nazionale anche ai fini del trattamento di previdenza e quiescenza. Dalla citata previsione normativa discende l'obbligo nei confronti degli Enti e Amministrazioni di appartenenza al versamento a questo Istituto previdenziale dei relativi contributi e alla compilazione della relativa denuncia dei redditi ai fini fiscali e contributivi (modello 770). Tale precisazione conferma l'interpretazione gią effettuata da questa Direzione Centrale in riscontro a numerosi quesiti formulati sull'argomento. IL DIRIGENTE GENERALE (Dott.ssa Rosalba AMATO) F.to AMATO ......