ASSEGNI FAMILIARI: RIVALUTATI I LIVELLI DI REDDITO



(continua a leggere)


SCHEDE SUI CONGEDI E MODELLI PER LA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA



































































































ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Roma, 15/06/2004 Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati Agli Enti di Patronato E p.c. Alla Direzione Centrale per la Segreteria del Consiglio di Amministrazione Organi Collegiali e Affari Generali Ai Dirigenti Generali Centrali e Compartimentali Ai Coordinatori delle Consulenze Professionali CIRCOLARE N. 39 OGGETTO: Rivalutazione dei livelli di reddito per la corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare a decorrere dal 1° luglio 2004. L'art. 2 del decreto - legge 13 marzo 1988, n. 69, convertito, con modificazioni, nella legge 13 marzo 1988, n. 153, concernente la normativa in materia di assegno per il nucleo familiare, ha disposto, al comma 12, la rivalutazione annua dei livelli di reddito familiare pari alla variazione percentuale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati intervenuta tra l'anno di riferimento per la corresponsione dell'assegno e l'anno immediatamente precedente. La suindicata variazione percentuale da considerare ai fini della rivalutazione in oggetto a decorrere dal 1° luglio 2004 è risultata, secondo quanto comunicato dall'ISTAT, pari al 2,5 per cento. Allo scopo di semplificare e rendere più spediti gli adempimenti delle Sedi provinciali e territoriali, la Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni ha allestito le tabelle riepilogative, visualizzabili attivando il pulsante "tabelle" su personal computer, nelle quali sono stati aggiornati gli importi dei limiti di reddito e degli assegni mensili spettanti per il periodo 1° luglio 2004 – 30 giugno 2005. Per l’applicazione dei nuovi limiti reddituali da considerare a decorrere dal 1° luglio 2004, per i titolari di trattamenti di quiescenza provvisti dell’assegno in argomento, in via preliminare, il Centro Calcolo Pensioni di Latina, sulla scorta del reddito imponibile di pensione quale risultante nell’anno 2003, provvederà ad aggiornare automaticamente le registrazioni in banca dati adottando i criteri appresso descritti: - qualora il reddito accertato per l’anno 2003 sia risultato superiore a quello dichiarato dagli interessati per l’anno 2002, lo stesso sarà memorizzato in banca dati in sostituzione del precedente importo, previa modifica del codice dell’assegno; - qualora, invece, l’importo del reddito già acquisito per la corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare sia risultato superiore al reddito dell’anno 2003, al fine di lasciare inalterato l’importo dell’assegno in godimento, in banca dati sarà convenzionalmente memorizzato, come reddito familiare relativo all’anno 2003, l’importo più elevato dello scaglione di reddito riportato nella tabella relativa all’importo dell’assegno stesso. I nuovi limiti di reddito saranno applicati a decorrere dalla rata scadente nel prossimo mese di luglio, dopo aver dato corso alle variazioni individuali disposte sulla medesima rata direttamente dagli Uffici periferici, i quali, pertanto, a partire dalla successiva rata di agosto, nell’allestimento delle segnalazioni dovranno tenere conto delle nuove tabelle. Si informa, infine, che ai beneficiari dell’assegno in argomento sarà inviata la seguente comunicazione: “L'importo dell'assegno per il nucleo familiare che Le viene mensilmente corrisposto è relativo a n.______ persone e riferito, per l’anno 2003, ad un reddito imponibile comunque inferiore a € _______________. Qualora la predetta situazione risulti variata, Lei è invitata a regolarizzare la propria posizione presso questa Sede provinciale o territoriale INPDAP.” IL DIRIGENTE GENERALE Dr. Costanzo Gala F.to Dr. Gala ______________________________________   Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Circolare numero 94 del 15-6-2004 Corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare. Nuovi livelli reddituali per il periodo 1° luglio 2004-30 giugno 2005. Coordinamento Generale STATISTICO ATTUARIALE Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore generale Medico legale e Dirigenti Medici e, per conoscenza, Al Presidente Al Vice Commissario Straordinario Al Presidente e ai Membri del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza Al Presidente e ai Membri del Collegio dei Sindaci Al Magistrato della Corte dei Conti delegato all’esercizio del controllo Ai Presidenti dei Comitati amministratori di fondi, gestioni e casse Al Presidente della Commissione centrale per l’accertamento e la riscossione dei contributi agricoli unificati Ai Presidenti dei Comitati regionali Ai Presidenti dei Comitati provinciali OGGETTO:Corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare. Nuovi livelli reddituali per il periodo 1° luglio 2004-30 giugno 2005. SOMMARIO: A decorrere dal 1° luglio 2004 sono stati rivalutati i livelli di reddito familiare ai fini della corresponsione dell’assegno nucleo familiare ai nuclei con figli e a quelli senza figli. Ai sensi dell'art. 2, c. 12, del D.L. 69/88, convertito, con modificazioni, dalla L. 153/88, i livelli di reddito familiare ai fini della corresponsione dell'assegno per il nucleo familiare sono rivalutati annualmente, con effetto dal 1° luglio di ciascun anno, in misura pari alla variazione dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, calcolato dall'ISTAT, intervenuta tra l'anno di riferimento dei redditi per la corresponsione dell'assegno e l'anno immediatamente precedente. In base ai calcoli effettuati dall'ISTAT, la variazione percentuale dell'indice dei prezzi al consumo tra l'anno 2002 e l'anno 2003 è risultata pari al 2,5 %. In relazione a quanto sopra, sono stati rivalutati i livelli di reddito in vigore per il periodo 1° luglio 2003 - 30 giugno 2004 con il predetto indice. Si allegano pertanto i prospetti A e B, contenenti le nuove fasce reddituali da applicare dal 1° luglio 2004 al 30 giugno 2005, rispettivamente ai nuclei senza figli e ai nuclei con figli. Per comodità di consultazione si allegano anche le tabelle con le fasce suddette e i corrispondenti importi mensili della prestazione. Le Sedi sono invitate a portare a conoscenza dei datori di lavoro, delle relative associazioni di categoria, dei consulenti del lavoro e degli Enti di Patronato, con ogni possibile sollecitudine, il contenuto della presente circolare, che dovrà essere distribuita unitamente alle tabelle e ai prospetti allegati. IL DIRETTORE GENERALE Crecco   Allegato 1   Allegato 2         Allegato 3                   ......