CHIARIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL MOD. 770/2005 SEMPLIFICATO



(continua a leggere)


IPOTESI DI PROROGA PER IL PASSAGGIO DA TFS A TFR



































































































Modello 770/2005 Semplificato: una Circolare dell’Inps con alcuni chiarimenti per la compilazione Modello 770/2005 Semplificato: una Circolare dell’Inps con alcuni chiarimenti per la compilazione   Con la Circolare n. 104 del 16 settembre 2005, l’Inps ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla compilazione del Modello 770/2005 Semplificato, il cui invio telematico scade il prossimo 30 settembre, chiarimenti questi integrativi rispetto ai contenuti delle istruzioni ministeriali e riferiti, in particolar modo, alla parte C del Modello stesso, concernente appunto i dati previdenziali ed assistenziali. Considerato che, con riferimento ai Comuni, la sezione relativa all’Inps deve essere compilata relativamente alle sole collaborazioni coordinate e continuative - iscritte alle gestione separata Inps e per le quali il sostituto d’imposta ha l’obbligo di versare i contributi previdenziali - e che la Circolare in oggetto non aggiunge sostanzialmente niente di nuovo sotto tale aspetto rispetto ai contenuti delle istruzioni ministeriali, si rimanda, rispettivamente, ai chiarimenti forniti dall’Inpdap con la Nota operativa n. 9 del 4 luglio scorso nonché alle istruzioni ministeriali relative alla compilazione del Modello Cud/2005. Riguardo quindi alla Sezione 4 del Modello 770/2005, relativa alle collaborazioni coordinate e continuative, l’Inps ricorda che la stessa è riservata alla certificazione dei compensi corrisposti, durante l’anno 2004, ai collaboratori coordinati e continuativi (compresi i collaboratori a progetto, in relazione al solo settore privato), iscritti alla c.d “gestione separata” Inps, di cui all’art. 2, comma 26, della Legge n. 335/95. Viene precisato che nel punto 58 (compensi corrisposti) l’importo dei compensi deve essere indicato nei limiti del massimale contributivo annuo di cui all’art. 2, comma 18, della citata Legge n. 335/95 (per l’anno 2004, pari a Euro 82.401,00) e che la Sezione non va compilata per i soggetti iscritti alla gestione separata, titolari di reddito di lavoro autonomo occasionale rientranti nella fattispecie di cui all’art. 44 del Dl. n. 269/03, convertito dalla Legge n. 326/03. Ricordiamo che per tali ultimi soggetti, avendo gli stessi superato la franchigia di 5.000 Euro di reddito annuo netto per prestazioni di lavoro autonomo occasionale ed essendosi così iscritti alla gestione separata, il sostituto d’imposta ha proceduto nel corso dell’anno al versamento dei contributi Inps a proprio carico ed a carico del prestatore occasionale, i quali devono essere indicati, rispettivamente, nei punti 31 e 32 della “Comunicazione dati certificazioni lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi” del Mod. 770/2005.   ......