CHIARIMENTI SUL NOME E SULLE ANNOTAZIONI DEGLI STRANIERI



(continua a leggere)


VICINANZA DI EDIFICI INDUSTRIALI E RESIDENZIALI



































































































Interpretazione degli artt Interpretazione degli artt. 35 e 36 del DPR 396/2000 Si prega di specificare quale sia la corretta applicazione degli artt. 35 e 36 del DPR 396/2000. Nel richiamare integralmente il contenuto della circolare n. 2 del 26 marzo 2001, si conferma che l'art. 35 del DPR 396/2000 si applica unicamente ai nati dopo l'entrata in vigore del nuovo Regolamento dello stato civile. L'art. 36 si riferisce ad eventuali situazioni pregresse da sanare, solo su richiesta dell'interessato. Ove non sia presentata alcuna dichiarazione, l'ufficiale dello stato civile non deve intervenire in alcun modo sulla situazione identificativa delle persone cristallizzatasi nel tempo: ad esempio, se una persona cui sono stati imposti pi¨ nomi Ŕ stata sempre identificata con uno solo di essi ed in tal modo gli sono sempre state rilasciate certificazioni, documenti o estratti per riassunto di atti di stato civile, gli altri nomi non devono essere aggiunti. QUESITO DEL 18/11/2004 Attribuzione nome "Junior". Richiedo chiarimenti riguardanti l'ammissibilitÓ dell'aggiunta della qualificazione "Junior" al prenome. Distinti Saluti Si ritiene ammissibile l'aggiunta della qualificazione "Junior", al prenome, al fine di superare il divieto posto dall'art. 34 comma 1 D.P.R. 396/2000, a condizione che tale parola faccia parte integrante del prenome. QUESITO DEL 18/11/2004 Annotazione sugli atti di stato civile concernenti cittadini stranieri trascritti ai sensi dell'art. 19 dpr 396/2000 E' possibile effettuare annotazione sugli atti di Stato Civile concernenti cittadini stranieri trascritti ai sensi dell'art. 19 del DPR 396/2000? Nel richiamare il contenuto della circolare n. 2/2002 del 26 marzo 2001, si specifica che l'aggiornamento degli atti trascritti ai sensi dell'art. 19 del DPR 396/2000 Ŕ possibile solo tramite trascrizione dell'atto straniero aggiornato nel Paese di provenienza dell'interessato secondo le norme colÓ vigenti. Non Ŕ, viceversa, assolutamente possibile l'effettuazione, da parte dell'ufficiale di stato civile, di un aggiornamento dei predetti atti mediante annotazione. Egli infatti dovrebbe farlo applicando disposizioni di diritto straniero, ci˛ che Ŕ evidentemente impossibile. QUESITO DEL 18/11/2004   ......