CONGEDI PER L'ASSISTENZA AI DISABILI



(continua a leggere)


Bonus contributivo per particolari disabilita'



































































































Direzione Centrale Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito                              Ai                        Dirigenti centrali e periferici                          Ai                        Direttori delle Agenzie                          Ai                        Coordinatori generali, centrali e Roma, 11 Luglio 2003                                                 periferici dei Rami professionali                          Al                        Coordinatore generale Medico legale e                                                   Dirigenti Medici                                                     Circolare n.  128                                                 e, per conoscenza,                                                                              Al                        Commissario Straordinario                          Al                         Vice Commissario Straordinario                          Al                        Presidente e ai Membri del Consiglio                                                   di Indirizzo e Vigilanza                          Al            Presidente e ai Membri del Collegio dei                         Sindaci                          Al                        Magistrato della Corte dei Conti delegato                                                   all’esercizio del controllo                          Ai                        Presidenti dei Comitati amministratori                                                   di fondi, gestioni e casse                          Al                        Presidente della Commissione centrale                                                   per l’accertamento e la riscossione                                                   dei contributi agricoli unificati                          Ai                        Presidenti dei Comitati regionali Allegati 4                        Ai                        Presidenti dei Comitati provinciali     OGGETTO:                   Permessi ai sensi della legge 104/92 - Disposizioni varie.   SOMMARIO: 1)       Sindrome di Down - Certificazione inerente alla legge 104/92 – Legge 27.12.2002, n. 289, art. 94 (comma 3). 2)      Grandi invalidi di guerra. Certificazione inerente alla legge 104/92. 3)      Assistenza a persone handicappate per periodi inferiori a un mese. 4)      Compatibilità tra i permessi orari ex lege 104/92 per un figlio handicappato e permessi orari (c.d. per allattamento), per altro figlio. 5)      Incompatibilità tra permessi orari ex lege 104/92 e permessi orari (c.d. per allattamento) per il medesimo figlio portatore di handicap. 6)      Lavoratore handicappato che fruisce dei permessi ex lege 104/92 e fruizione degli stessi da parte di un soggetto che gli presta assistenza. 7)      Documentazione inerente alla legge 104/92. 8)      Requisito della continuità dell’assistenza (art. 20, legge 53/2000). 9)      Possibilità di godere da parte dei due genitori, alternativamente, dei permessi ai sensi della legge 104/92 nell’ambito dello stesso mese.                    A seguito di richieste di chiarimenti in materia di legge 104/92 art. 33, si forniscono le istruzioni relative ai vari argomenti di interesse.   1)      Sindrome di Down - Certificazione inerente alla legge 104/92 – Legge 27.12.2002, n. 289, art. 94 (comma 3).   La legge n. 289/2002, all’art. 94, comma 3, ha disposto che i soggetti, affetti da sindrome di Down, ai fini della fruizione dei benefici di cui alla legge 104/92, possano essere dichiarati in situazione di gravità ai sensi dell’art. 3 della legge 5.2.1992, n. 104, oltre che dall’apposita Commissione ASL (come in precedenza previsto), anche dal proprio medico di base, previa richiesta corredata da presentazione del “cariotipo”.   Inoltre i soggetti portatori dell’handicap suindicato (sindrome di Down) sono esenti, secondo quanto previsto dalla legge stessa, da ulteriori successive visite e controlli.   Premesso quanto sopra, si invitano codeste Sedi a voler prendere in considerazione, nelle fattispecie considerate, anche la certificazione prodotta dai medici di base, (e cioè quelli “di medicina generale” scelti nell’ambito degli appositi elenchi dei medici generici o pediatri predisposti dalle strutture del S.S.N.) degli interessati, in cui sia attestata la situazione di gravità, connessa alla sindrome da cui è affetto il soggetto assistito, salvo future più precise indicazioni relative alla compilazione della certificazione stessa, fornite dai competenti Ministeri, che saranno comunicate a codeste Sedi.   Ovviamente restano fermi tutti i criteri relativi alla presentazione della domanda all’INPS, a cui peraltro dovrà essere presentata, oltre alla certificazione del curante come sopra descritto, anche la copia del “cariotipo”, che sarà sottoposta in visione al dirigente medico di Sede.   Nel caso in cui la certificazione riportante l’indicazione della sindrome di Down (sindrome accertata mediante esibizione del suddetto “cariotipo”) sia stata rilasciata dalla competente Commissione della ASL, non dovrà essere richiesta copia del “cariotipo”.