CREDITO D’IMPOSTA SUGLI UTILI DI SOCIETA’PARTECIPATA



(continua a leggere)


DEDUZIONE FORFETARIA IRAP



































































































Risoluzione del 30/07/2004 n Risoluzione del 30/07/2004 n. 104  Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa e Contenzioso   Oggetto:Istanza d'interpello  -  Utilizzo del credito d'imposta per i comuni (Art. 14,comma 1-bis, del t.u.i.r.). Comune di ALFA(Documento in fase di trattamento redazionale.)Testo:                                                                                     Con l'istanza  di  interpello  di cui all'oggetto, concernente l'esattaapplicazione dell'articolo  14,  comma  1-bis, del t.u.i.r., nel testo vigenteal 31 dicembre 2003, e' stato posto il seguente                                                                                                                                                QUESITO                                                                                                                         Il Comune  di  ALFA  ha  rappresentato  che  nel  corso  dell'anno 2001deteneva una  partecipazione  del  17,18%  nella  societa'  XY S.p.A. a frontedella quale  gli  sono stati corrisposti nell'anno 2002 dividendi (pari a euro372.615,84) con credito d'imposta pieno.                                             In base  a  quanto  previsto  dalle  norme  statutarie  (articolo 2) lasuddetta societa'  ha  per scopo principale la gestione dell'aeroporto di ALFAed in   particolare   la   progettazione,   lo   sviluppo,  la  realizzazione,l'adeguamento, la  gestione,  la  manutenzione  e l'uso degli impianti e delleinfrastrutture per  l'esercizio  delle  attivita'  aeroportuali.  Al  contempoalla stessa  societa'  e' consentito lo svolgimento delle attivita' connesse ocollegate purche'  le  stesse  non siano prevalenti e i risultati di eserciziosiano separatamente evidenziati ed illustrati nella documentazione contabile.        In relazione   alle   difficolta'   interpretative   della   norma   diriferimento, per  quanto  concerne  in particolare la definizione di "serviziopubblico locale",  il  Comune  di  ALFA  ha  chiesto  di  conoscere  se  possautilizzare il  credito  di imposta, derivante dai dividendi  distribuiti dallasocieta' sopra   menzionata,   per   la   compensazione   dei  debiti  di  cuiall'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.                                                                                              SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE                                                                                                              Il Comune  interpellante  ritiene  che  i  dividendi  distribuiti dallasocieta' XY  S.p.A.,  con  conseguente riconoscimento del credito d'imposta dicui al  previgente  comma 1-bis dell'articolo 14 del t.u.i.r., possano  essereutilizzati in  compensazione  dei  debiti  di  cui  al  citato articolo 17 delD.Lgs. n.  241  del  1997. Cio' in quanto trattasi di societa' che gestisce unservizio pubblico  locale  e  la  distribuzione  degli  utili  e' avvenuta nelcorso dell'anno 2002.                                                                                                                                                                PARERE DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE                                                                                                        In via  preliminare  si  ritiene  utile  precisare che, in base a quantodisposto, tra  l'altro,  dall'articolo 3, comma 1, del decreto ministeriale 26aprile 2001,  n.  209,  "L'istanza  di  interpello  deve   contenere a pena diinammissibilita':                                                             ...                                                                           d) la sottoscrizione del contribuente o del suo legale rappresentante."             Nell'eventualita' in   cui   non   si  verifichi  una  delle  condizionipreviste dal  citato  articolo