DECORRENZA REGOLAMENTO UE SU CAUSE MATRIMONIALI E RESPONSABILITA' GENITORIALI



(continua a leggere)


CONTRIBUTI FIGURATIVI PER SERVIZIO CIVILE PREGRESSO



































































































Ministero dell'Interno Ministero dell'Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici Area III - Stato Civile Prot. n. 15100/397/9912 Roma, 22 ottobre 2007 -AI SIGG. PREFETTI DELLA REPUBBLICA LORO SEDI -AL SIG. COMMISSARIO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA DI TRENTO -AL SIG. COMMISSARIO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA DI BOLZANO -AL SIG. PRESIDENTE DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D'AOSTA - Servizio Affari di Prefettura AOSTA Piazza della Repubblica, 15 e, per conoscenza: -AL COMMISSARIO DELLO STATO PER LA REGIONE SICILIA PALERMO -AL RAPPRESENTANTE DEL GOVERNO PER LA REGIONE SARDEGNA CAGLIARI AL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI Direzione Generale Italiani all'Estero e Politiche Migratorie - Uff.III ROMA -AL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio Legislativo ROMA -AL GABINETTO DEL SIG. MINISTRO SEDE -ISPETTORATO GENERALE DI AMMINISTRAZIONE Via Cavour, 6 ROMA -ALLA DIREZIONE CENTRALE PER LA DOCUMENTAZIONE E LA STATISTICA SEDE -ALL'UFFICIO I Gabinetto del Capo Dipartimento I SEDE -ALL'ANCI Via dei Prefetti, 46 ROMA -ALL'ANUSCA Via dei Mille, 35E/F CASTEL S.PIETRO TERME (BO) -ALLA DeA - Demografici Associati c/o Amministrazione Comunale V.le Comaschi n. 1160 CASCINA (PI) -AL SERVIZIO DOCUMENTAZIONE DELLA DIREZIONE CENTRALE PER I SERVIZI DEMOGRAFICI per gli adempimenti di competenza SEDE   CIRCOLARE N. 56   OGGETTO: Regolamento del Consiglio dell'Unione Europea n. 2201/03. Chiarimenti circa l'ambito di applicazione temporale.   Si fa seguito alla Circolare n. 24 del 23 giugno 2006 con la quale venivano date istruzioni in merito alla trascrizione delle sentenze di separazione, divorzio ed annullamento del matrimonio a seguito della entrata in vigore del Regolamento CE 2201/03, per fornire chiarimenti, richiesti da parte da alcuni Comuni e Uffici Consolari, relativi all'ambito temporale di applicazione del Regolamento. Come è noto tale regolamento, ai sensi dell'art. 64 co. 1 si applica in ogni caso ai procedimenti giudiziari iniziati a partire dal 1 marzo 2005, ma i commi successivi estendono retroattivamente l'applicazione del regolamento anche ai procedimenti ai quali risultava precedentemente applicabile il regolamento CE 1347/2000 che, come è noto, era entrato in vigore a partire dal 10 marzo 2001. Pertanto, la disciplina semplificata del regolamento CE 2201/03 e le istruzioni di cui alla predetta circolare n. 24, si applicheranno anche alle sentenza emesse a seguito di procedimenti precedentemente sottoposti al Regolamento 1347/2000. Invece, nel caso di sentenze alle quali risulti inapplicabile la predetta normativa comunitaria (in sostanza, sentenze comunitarie emesse prima del 10 marzo 2001 e sentenze emesse da Tribunali di Stati esteri non facenti parte dell'Unione Europea), dovranno applicarsi le eventuali convenzioni bilaterali esistenti o, in mancanza, la normativa di cui agli artt. 64 e segg. della Legge n. 218/95. Si pregano, pertanto, i Sigg. Prefetti di voler comunicare quanto sopra esposto ai Sigg. Sindaci perché ne prendano atto e ne diano sollecita informazione agli ufficiali di stato civile.   IL DIRETTORE CENTRALE (Annapaola Porzio)   ......