DENUNCIA ANALITICA MENSILE



(continua a leggere)


ICI E VINCOLO PERTINENZIALE



































































































COMUNICATO STAMPA INPDAP COMUNICATO STAMPA INPDAP INVIO DELLA DMA POSSIBILE ANCHE DOPO IL 2 MAGGIO 2005 Gli Enti e le Amministrazioni che non sono riusciti ad effettuare l'invio telematico della Denuncia mensile analitica (DMA) entro il 2 maggio, in relazione ai mesi di gennaio, febbraio e marzo, potranno effettuarlo anche in data successiva scegliendo una delle seguenti opzioni: - in modalità ordinaria, vale a dire effettuando la denuncia del mese di aprile come mese corrente (entro la fine di maggio) e rappresentando i mesi di gennaio, febbraio e marzo come periodi arretrati; - effettuando tante denunce quanti sono i singoli mesi oggetto di dichiarazione, anche oltre il termine del 2 maggio. Questa opportunità è stata prevista in considerazione delle difficoltà avute da alcuni Enti in questa prima fase di trasmissione delle denunce. Nel segnalare che alle ore 12 del 2 maggio risultavano correttamente inviate n. 17.000 denunce attraverso i servizi telematici del fisco (Entratel e Fisconline), l'INPDAP ribadisce la piena disponibilità a tener conto delle esigenze di alcuni Enti di poter rodare questa nuova procedura. Si ricorda che questo adempimento interessa, a partire dal 2005, tutti gli Enti sostituti d'imposta iscritti all'INPDAP che devono trasmettere mensilmente e per via telematica, i dati anagrafici, retributivi e contributivi relativi ai propri dipendenti entro e non oltre l'ultimo giorno del mese successivo a quello di riferimento. Tale obbligo è stato introdotto dall'art. 44, comma 9, della legge 326 del novembre 2003. Le informazioni così fornite permetteranno la costituzione e un tempestivo aggiornamento delle posizioni previdenziali dei lavoratori iscritti all'Ente, nonché una maggiore precisione delle informazioni retributive e contributive individuali necessarie per la liquidazione delle prestazioni e per lo svolgimento delle altre attività istituzionali dell'INPDAP. Sarà così possibile realizzare una Banca Dati completa che permetterà di fornire un quadro aggiornato delle singole posizioni previdenziali anche in vista della costituzione del casellario degli iscritti. Per facilitare l'attività degli Enti, la presentazione della DMA avviene attraverso i servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate già conosciuti e utilizzati per la trasmissione dei modelli di dichiarazione fiscale. In una sezione del sito internet www.INPDAP.gov.it sono disponibili per gli Enti: le istruzioni per la compilazione della denuncia, di solito contenute nella circolare n. 59 del 2004, le specifiche tecniche per la predisposizione dei tracciati e dei programmi di elaborazione, un programma scaricabile di compilazione della DMA, un programma di controllo a cui sottoporre i file delle denunce da trasmettere per via telematica. Per qualsiasi richiesta di chiarimento è disponibile un servizio di help-desk all'indirizzo email denuncemensili@inpdap.gov.it ......