DIRIGENTI A CONTRATTO CON OBBLIGO DI LAUREA



(continua a leggere)


CONSEGUENZE DELL'USO DI INTERNET A FINI PERSONALI



































































































SEZIONE SEZIONE ESITO NUMERO ANNO MATERIA PUBBLICAZIONE LOMBARDIA Sentenza 169 2008 Responsabilità 13-03-2008 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DEI CONTI SEZIONE GIURISDIZIONALE PER LA REGIONE LOMBARDIA composta dai Magistrati: Giuseppe            NICOLETTI                               Presidente Antonio            CARUSO                                 Magistrato Maurizio            MASSA                         Magistrato relatore ha pronunciato la seguente SENTENZA N. 169/08 nel giudizio di responsabilità iscritto al n. 24122, del registro di segreteria, ad istanza della Procura regionale per la Lombardia contro: A. D. M. e M. C. T., rappresentati e difesi, giusta procure a margine delle distinte comparse di costituzione e risposta depositate in data 8-11-2007, dall'avv. Mario Viviani ed elettivamente domiciliati presso il suo studio in Milano, galleria S. Babila, 4/A; G. B., rappresentato e difeso, giusta procura a margine della comparsa di costituzione e risposta depositata in data 6-11-2007, dall'avv. Carlo Cerami ed elettivamente domiciliato presso il suo studio in Milano, galleria S. Babila, 4/A; L. M. V. Collina, Al. C. e M. Ga. M rappresentati e difesi, giusta procure a margine della comparsa di costituzione e risposta depositata in data 8-11-2007, dagli avv.ti Riccardo Villata e Mauro Pisapia ed elettivamente domiciliati presso il loro studio in Milano, via S. Barbaba, 30; A. B., F. P., R. P., A. Z. R., M. F., V. L., P. P., M. P. P. in T., M. P., D. M., R. M., B. B. e D. M. rappresentati e difesi, giusta procura a margine di due distinte comparse di costituzione e risposta entrambe depositate in data 8-11-2007, dall'avv. Luigi Decio e tutti elettivamente domiciliati presso il suo studio in Milano, p.zza Meda, 3; P. Z., rappresentato e difeso, giusta procura a margine della comparsa di costituzione e risposta depositata in data 7-11-2007, dagli avv.ti Gianfranco Di Garbo e Francesco Goisis e elettivamente domiciliato presso il suo studio in Milano, p.zza Meda, 3; G. M., rappresentato e difeso, giusta procura a margine della comparsa di costituzione e risposta depositata in data 8-11-2007, dall’avv.to l’avv. Giovanni Monti  e elettivamente domiciliato presso il suo studio in Milano, Galleria San Babila, n.4/A; G., A., contumace.             Visto l’atto introduttivo e letti gli altri documenti di causa.              Richiamata la determinazione presidenziale del 26-1-2007 con la quale è stata fissata l’udienza per la trattazione del giudizio. Uditi, nella pubblica udienza del 29-11-2007, il Primo Referendario relatore Dott. Maurizio Massa, l'avv. Mario Viviani per i convenuti D.M e T., gli avv.ti Riccardo Villata e Mauro Pisapia per C., C. e M., l'avv. Carlo Cerami per il convenuto  B., l’avv. Giovanni Monti per M., l'avv. Luigi Decio per i convenuti B., P., P,. Z. R., F., L., P., P. T., P.,  M., M., B. e M.; l'avv. Gianfranco Di Garbo e Francesco Goisis per il convenuto Z. ed il Pubblico Ministero in persona del Procuratore Regionale Dott. Domenico Spadaro. SVOLGIMENTO DEL PROCESSO Con atto di citazione depositato in data 18-1-2007 e notificato: -1) il 22-2-2007 a  A. .D.M., nato a omissis; -2) il 6-2-2007 a            M. C. T., nata a omissis;; -3) l’8-2-2007 a .P. Z. , nato a omissis;; -4) il 6-2-2007 a A. B., nata a omissis;; -5) il 26-2-2007 a G. B., nato a omissis;; 6) a            G. B., nato a omissis;, DECEDUTO; -7) il 19-2-2007 a             F. P., nato a omissis;; -8) il 9-2-2007 a V.  L., nato a omissis;; -9) il 20-2-2007 a M. P. P. in T., nata a omissis;; -10) il 10-2-2007 a P.P. nato a omissis;  -11) l’8-2-2007 a            M. P., nato a omissis; -12) il 12-2-2007 a B. B., nato a omissis; -13) il 6-2-2007 a D.M., nato a omissis; -14) il 7-2-2007 a R. M., nato a omissis;; -15) il 14-2-2007 a A. Z. R.I, nato ad omissis; - 16) il 20-2-2007 a            M. F., nato a omissis; -17) il 12-2-2007 a D. M., nato a omissis; 18) il 17-2-2007 a G. A.,  nato a omissis, contumace; -19)       il 12-2-2007 a G. M., nato a omissis;; -20)       l’8-2-2007 a R. P., nato a omissis; -21)il 15-2-2007 a A. C., nato a omissis;  -22)    il 6-2-2007 a L. M. V.  C., nata a omissis;  -23) il 16-2-2007 a M. G. M., nata a omissis;; la Procura regionale ha convenuto in giudizio i signori sopra indicati,  per sentirli condannare al pagamento in favore del Politecnico di omissis, della somma di Euro €.1.288.017,59#, oltre a rivalutazione monetaria, interessi e spese di giudizio, per il danno  cagionato all’Ente nella nomina di dirigenti a tempo indeterminato. Nell’atto di citazione si deduce quanto segue. Con esposto, pervenuto nel mese di marzo 2004, veniva denunciata l’avvenuta effettuazione, da parte del Politecnico di omissis (e di altre sedi), di nomine di dirigenti a tempo determinato in violazione di norme nazionali e regolamentari. Il Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo, dopo avere approvato, in data 29 febbraio 2000, l’istituzione di 21 aree dirigenziali - che venivano portate a 24 in data 29 ottobre 2002 - poco meno di un mese dopo, nella seduta del 21 marzo 2000, ebbe a precisare che le 21 aree individuate non avrebbero potuto essere attivate contemporaneamente, in quanto alcune di esse non presentavano ancora organizzazione e complessità tali da potersi definire, allo stato, aree dirigenziali. Nella seduta del 21 marzo 2000 venne approvato il Regolamento “per l’accesso alla qualifica di Dirigente e per il conferimento di incarichi dirigenziali a tempo determinato” contestualmente all’affidamento, a far tempo dal 1.3.2000, di una serie di incarichi dirigenziali a termine e, precisamente: 1 al Sig. D.  C. Programmazione economica e gestione finanziaria; 2 al Sig. L. M. O. Risorse umane; 3 al Sig. C. L. Servizi Informatici; 4 alla Sig.ra L. C. G. Organi collegiali e collegamenti interni; all’Avv.to R. M. Ufficio legale; 5 all’Ing. G. S. Programmazione Sviluppo Gestione Edilizia. L’Avvocato M., a seguito di regolare concorso passerà, a far tempo dal 21 dicembre 2001, nei ruoli dirigenziali dell’Ateneo. Nella seduta del 31.10.2000 fu deliberato l’incarico dirigenziale 6 alla dott.ssa M. L. S., - diretta collaborazione con gli organi di vertice dell’Ateneo - il cui incarico non venne, peraltro, rinnovato alla scadenza. Nella seduta del 19 giugno 2001 fu deliberato l’affidamento dell’incarico 7 alla dott.ssa L. S. - area Applicazioni Informatiche amministrative e contabili -. Nella seduta del 29 ottobre 2002 fu deliberato l’incarico 8 al dott. M. R., area Contrattazione - Appalti, 9 al dott. .D. G., area Convenzioni e Società, così intestata dopo la ridefinizione e l’ampliamento dell’attuale divisione di Contrattazione Attiva, 10 all’architetto R. L.- area pianificazione e gestione edilizia -, 11 al ragionier G. L. P. - area Pianificazione Fabbisogni e Approvvigionamenti -, 12 al Geom. V. L., area Logistica. Nella stessa adunanza del C. di A. (29 ottobre 2002) ove le aree dirigenziali venivano individuate nel numero di 24 veniva rinnovato l’incarico dirigenziale a tempo determinato all’Ing. F. P. (già affidatario di incarico dal 1.4.2001 al 31.3.2003) con apposita lettera del Rettore in data 3 dicembre 2002 che testualmente stabilisce: “l’incarico (dirigente dell’Area Applicazioni Informatiche di Ateneo e per la Didattica) è rinnovato a decorrere dal 1 gennaio 2003 e con scadenza fissata al 31 dicembre 2006, previa risoluzione consensuale al 31 dicembre 2002 del precedente contratto di lavoro in scadenza al 31 marzo 2003”.