DIRITTO DI ACESSO AD ATTI PRIVATI



(continua a leggere)


Iva su sponsorizzazioni



































































































                        REPUBBLICA ITALIANA                                       N.  501/03  REG.DEC.                 IN NOME DEL POPOLO ITALIANO                           N. 1990    REG.RIC. Il  Consiglio  di  Stato  in  sede  giurisdizionale, (Quinta Sezione)         ANNO 2002 ha pronunciato la seguente DECISIONE sul ricorso in appello n. 1990/2002 proposto dal Consorzio ravennate delle cooperative di produzione e lavoro, in persona del legale rappresentante, nell’espressa qualità di mandatario capogruppo dell’associazione temporanea di imprese con la ditta Edil Minniti di Giovanni Minniti, nonché dalla ditta Edil Minniti di Giovanni Minniti in proprio, rappresentati e difesi dall’Avv. Natale Carbone ed elettivamente domiciliati presso il suo studio, in Roma, Via Germanico, n. 172. CONTRO L’Azienda Ospedaliera Bianchi – Melacrino Morelli, e la Siram s.p.a., non costituite in giudizio. per la riforma della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale della Calabria, Sezione Staccata di Reggio Calabria, 13 febbraio 2002 n. 82. Visto il ricorso con i relativi allegati; Esaminate le memorie prodotte dalle parti a sostegno delle rispettive difese; Visti tutti gli atti di causa; Relatore alla pubblica udienza del 4 giugno 2002, il Consigliere Marco Lipari; Uditi i difensori delle parti come da verbale di udienza; Ritenuto e considerato in fatto e in diritto quanto segue: FATTO                  1          La sentenza appellata ha dichiarato irricevibile il ricorso proposto dagli attuali appellanti contro la determinazione di diniego di accesso ai documenti di cui alla nota del 7 giugno 2002 (prot. gen. N. 3357) adottata dal responsabile del procedimento dell’Azienda Ospedaliera Bianchi – Melacrino – Morelli.                  2          Gli appellanti contestano la pronuncia di irricevibilità del ricorso e ripropongono le doglianze disattese dal tribunale, sostenendo di avere titolo all’accesso ai documenti indicati.                  3          Le parti appellate, pur ritualmente intimate, non si sono costituite in giudizio. DIRITTO                  1          Gli appellanti, ricorrenti in primo grado, hanno partecipato alla gara di appalto indetta dall’Azienda Ospedaliera Bianchi – Melacrino Morelli per l’affidamento quinquennale del servizio di manutenzione e conduzione globale degli impianti termici di condizionamento centralizzati.                  2          Al fine di dare riscontro documentale al ricorso proposto contro l’aggiudicazione dell’appalto alla società SIRAM (attualmente pendente in appello), gli interessati hanno chiesto all’amministrazione il rilascio di copia della seguente documentazione: -        libro giornale riportante quotidianamente i lavori di manutenzione, come stabilito alle pagine 8 e 39 della scheda dei criteri organizzativi generali, ed in particolare copia della manutenzione eseguita al “POP – pompa sommergibile acqua potabile”;