DISCIPLINA VERSAMENTI ICI PER IMMOBILI SOGGETTI A CONDONO EDILIZIO



(continua a leggere)


LIBRETTO SANITARIO PER PREPARAZIONE E VENDITA ALIMENTI: DECIDE LA REGIONE



































































































Circolare del 07/06/2004 n Circolare del 07/06/2004 n. 2  Dipartimento delle Politiche Fiscali - Federalismo Fiscale  Oggetto:Chiarimenti in  ordine  al  pagamento  dell'imposta  comunale  sugli  immobili (ICI). Art.  10  del D.Lgs.30 dicembre 1992, n. 504 ed art. 2, comma 41, della legge 24 dicembre 2003, n. 350.(Documento in fase di trattamento redazionale.)Testo:     La disciplina  del  pagamento  dell'imposta comunale sugli immobili (ICI) e' contenuta  nell'art.  10,  comma  2,  del  D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 504.Relativamente ai  soggetti  tenuti  al pagamento del tributo ed alle modalita' di determinazione  della  base  imponibile  e dell'imposta dovuta si fa rinvio alle istruzioni   fornite  con  la  circolare  n.  118/E  del  7  giugno  2000 (disponibile, come  tutti  i  documenti  di  prassi  amministrativa di seguito citati, sul sito internet www.finanze.gov.it).                                                                                                                   Le continue  evoluzioni  normative  che  si  sono  di  recente verificate rendono pero'  opportuni  alcuni  chiarimenti  sia in ordine ai nuovi mezzi di pagamento e  sia  in relazione alle modalita' con cui calcolare il tributo per gli immobili  oggetto  della  regolarizzazione  degli  illeciti edilizi di cui all'art. 32   del   d.l.   30   settembre   2003,   n.  269,  convertito,  con modificazioni, dalla  legge  24  novembre  2003, n. 326, e modificato dal d.l. 31 marzo 2004, n. 82, convertito dalla legge 28 maggio 2004, n. 141.                                                                                                                                                                      1. LE MODALITA' DI CALCOLO DELL'ICI                                                                                                                              L'art. 10,  comma  2,  del D.Lgs. n. 504 del 1992, dispone che i soggetti passivi devono  effettuare  il  pagamento  dell'imposta  dovuta  per l'anno in corso al  comune  dove  sono ubicati gli immobili in due rate. L'importo della prima rata  dell'ICI  e'  pari  al  50%  dell'imposta  dovuta, ed e' calcolato sulla base  dell'aliquota  e delle detrazioni deliberate dal comune per l'anno precedente e   deve  essere  pagato  entro  il  30  giugno  di  ciascun  anno.L'importo della  seconda  rata - che va pagato dal 1  al 20 dicembre - e' pari al saldo  dell'ICI  dovuta  per  l'intero  anno,  calcolato  sulla  base delle aliquote e  delle  detrazioni  deliberate dall'ente locale per l'anno in corso e deve  essere,  quindi,  comprensivo  dell'eventuale  conguaglio  sulla prima rata.                                                                                      Il contribuente   ha   comunque   la   facolta'   di   pagare   l'imposta complessivamente dovuta   in   un'unica   soluzione,   entro   il  30  giugno. Naturalmente in   questo  caso  occorre  effettuare  il  calcolo  dell'imposta applicando l'aliquota  e  le  detrazioni  in  vigore  nel  comune nell'anno in corso e  non  quelle  deliberate  per  l'anno precedente. Maggiori chiarimenti sul sistema  di  calcolo  dell'ICI  sono stati offerti nella circolare n. 3/FL del 7 marzo 2001, alla quale si fa rinvio.                                                                                                                       I contribuenti  possono  prendere  visione  della misura delle aliquote e delle detrazioni  stabilite  dai  comuni,  oltre  che  presso i comuni stessi, anche sul  sito  internet  www.finanze.gov.it  qualora  questi  ultimi abbiano provveduto all'invio   delle  relative  deliberazioni  per  l'inserimento  sul citato sito,  seguendo  le  istruzioni impartite con la circolare n. 3/DPF del 16 aprile 2003.                                                                                        2. IL    CALCOLO    DELL'ICI   DOVUTA   PER   I   FABBRICATI   OGGETTO   DELLA   REGOLARIZZAZIONE DEGLI ILLECITI EDILIZI                                                                                                                       L'art. 2,  comma  41,  della  legge  24  dicembre  2003,