ISTRUZIONI PER L'APPLICAZIONE DELLA LEGGE 247/2007



(continua a leggere)


CODICI "ATECO 2007"



































































































Direzione centrale Direzione centrale delle Prestazioni             Roma, 31-12-2007       Messaggio n.  30923       Allegati 2     OGGETTO: Legge 24 dicembre 2007, n. 247 “Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività”. Prime istruzioni.     DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI       AI DIRETTORI REGIONALI AI DIRETTORI PROVINCIALI E SUBPROVINCIALI AI DIRETTORI DELLE AGENZIE DI PRODUZIONE       Allegati 2   OGGETTO: Legge 24 dicembre 2007, n. 247 “Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività”. Prime istruzioni.     1. PREMESSA   Sulla G.U. n. 301 del 29 dicembre 2007 è stata pubblicata la legge 24 dicembre 2007, n. 247, recante "Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività per favorire l’equità e la crescita sostenibili, nonché ulteriori norme in materia di lavoro e previdenza sociale.”   La predetta legge n. 247 del 2007 ha previsto una serie di interventi in materia previdenziale e, in particolare, ha modificato i requisiti di accesso ai trattamenti pensionistici di anzianità, nonché alla pensione di vecchiaia nel sistema contributivo, rispetto a quanto contenuto nella legge 23 agosto 2004, n. 243 e ha stabilito una nuova disciplina in materia di decorrenza della pensione di vecchiaia e dei trattamenti pensionistici anticipati conseguiti con 40 anni di anzianità contributiva.   Il medesimo provvedimento ha, inoltre, previsto delle ulteriori novità in materia di perequazione automatica che si aggiungono a quelle già stabilite dall’articolo 5, comma 6, della legge n. 127 del 2007.   Con il presente messaggio si fornisce una prima informativa sulle novità introdotte dalla legge in oggetto, riservandosi di fornire ulteriori approfondimenti interpretativi della norma in esame con una circolare di prossima emanazione.     2. NUOVI REQUISITI PER IL DIRITTO A PENSIONE   Le novità introdotte dalla legge in argomento riguardano i requisiti per il diritto alla pensione di anzianità e, in parte, alla pensione di vecchiaia liquidata esclusivamente con il sistema contributivo.   Si premette che tali modifiche normative non si applicano ai lavoratori che hanno maturato i requisiti per il diritto a pensione entro il 31 dicembre 2007 e che continuano a poter conseguire la pensione secondo la normativa in vigore antecedentemente al 1° gennaio  2008.   L’articolo 1, comma 1, ha sostituito la Tabella A, allegata alla legge 23 agosto 2004, n. 243 con le Tabelle A e B allegate alla legge n. 247 del 2007 (allegato 1).   Inoltre:   ·        l’articolo 1, comma 2, lettera a), numero 1), della legge n. 247 del 2007 sostituisce l’articolo 1, comma 6, lettera a), della citata legge n. 243 del 2004;   ·        l’articolo 1, comma 2, lettera a), numero 2), della predetta legge n. 247 del 2007 sostituisce l’articolo 1, comma 6, lettera b), numero 2), della citata legge n. 243 del 2004.   Pertanto, a partire dal 1° gennaio 2008, i lavoratori rientranti nel “sistema retributivo o misto” e i lavoratori rientranti nel “sistema contributivo”, potranno andare in pensione – rispettivamente di anzianità e di vecchiaia e fermi restando i requisiti di cui al successivo paragrafo 2.3 - al raggiungimento dei requisiti di seguito specificati.     2.1. Lavoratori dipendenti   ·        Dal 1° gennaio 2008 al 30 giugno 2009, almeno 58 anni di età e 35 anni di contribuzione;   ·        dal 1° luglio 2009, la Tabella B ha introdotto il c.d. “sistema delle quote” in base al quale il diritto alla  pensione si consegue, in presenza di un’anzianità contributiva minima di 35 anni, al raggiungimento di una quota data dalla somma tra età anagrafica e contribuzione posseduta dall’assicurato, secondo la seguente progressione:   -         dal 1° luglio 2009 al 31 dicembre 2010, la quota da raggiungere è 95 con un’età anagrafica minima di 59 anni;   -         dal 1° gennaio 2011 al 31 dicembre 2012 la quota da raggiungere è 96 con un’età anagrafica minima di 60 a......