IVA: CONTESTUALITA' DI OPERAZIONI IMPONIBILI, ESENTI ED ESCLUSE



(continua a leggere)


DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA' CONTRIBUTIVA



































































































Risoluzione del 25/07/2005 n Risoluzione del 25/07/2005 n. 100  Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa e Contenzioso   Oggetto:Istanza  di interpello  - ART. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. ISTITUTOXSintesi:La risoluzione  fornisce  chiarimenti  in merito al trattamento tributario, aifini dell'imposta  sul  valore  aggiunto, dell'attivita' di formazione nonche'in merito  al  regime  di  detrazione  applicabile  in  relazione alle diversetipologie di operazioni attive poste in essere dal contribuente istante.                                                                                     Testo:      Con l'interpello  specificato  in oggetto, concernente l'interpretazionedell'articolo 19 del DPR 26 ottobre 1972, n. 633 e' stato esposto il seguente                                                                                                                  QUESITO                                                                                                                        L'Istituto X  per  il Lavoro, che risulta iscritto nell'elenco regionaledegli Organismi  di  formazione  accreditati  dalla Regione ... ai sensi dellaLegge Regionale   9  agosto  2002,  n.  19,  svolge  attivita'  di  formazionenell'ambito del   settore   artigiano  e  della  piccola  e  media  impresa  eorganizza corsi  e  seminari  sia  in proprio sia a seguito di convenzioni conenti pubblici.                                                                      Per la  tenuta  dei  Corsi  e  dei  Seminari di formazione l'Istituto siavvale:                                                                            -    della propria struttura operativa;                                       -    di   una  Associazione  Temporanea  d'Impresa  (ATI),  appositamente          costituita per ciascun Corso e Seminario;                                 -   di  Associazioni  e/o  Societa' costituiti dagli Organismi sindacali          artigiani operanti nel territorio, dotati di autonoma operativita'.        L'attivita' svolta,  di  indubbia natura commerciale, viene            regolarmente                                                                  contabilizzata e   fatturata   ai   soggetti  committenti  in  relazione  allatipologia dei corsi organizzati con le seguenti modalita':                         a)    fuori  campo  IVA,   come  disposto  dall'articolo  2, terzo comma,        lettera a),  del  DPR  n.  633  del  1972, per le cessioni di denaro o        crediti in denaro (anche sotto forma di contributi);                       b)    esente  da  IVA,  ai sensi dell'articolo 10, primo comma, n. 20 del        DPR n.  633  del 1972, in riferimento a prestazioni didattiche di ogni        genere, comprese    quelle    per    la   formazione,   aggiornamento,        riqualificazione e  riconversione  del  personale,  rese da istituti o        scuole riconosciuti da pubbliche amministrazioni e da Onlus;               c)    imponibile   IVA   con   aliquota  del  20  per  cento,  quando  le        prestazioni didattiche   e   formative   sono  rese  da  soggetti  non        riconosciuti da pubbliche amministrazioni.                                  Per quanto  riguarda  gli  adempimenti  in  materia di IVA l'Istituto siavvale della   tenuta   di   un'unica  contabilita',  dato  che  la  strutturaorganizzativa e' unitaria e oggettivamente indivisibile in settori separati.        I costi sostenuti possono essere suddivisi in due macro-categorie:           1)  costi  generali  (promiscui),  per  la gestione dell'Istituto e per           il suo   funzionamento   (es.  telefono,  Enel,  locazioni,  noleggi,         stampati e   cancelle......