LE ISTRUZIONI PER IL RICLASSAMENTO CATASTALE



(continua a leggere)


IVA: CONTESTUALITA' DI OPERAZIONI IMPONIBILI, ESENTI ED ESCLUSE



































































































Circolare del 04/08/2005 n Circolare del 04/08/2005 n. 10  Agenzia del Territorio - Direzione Centrale Cartografia, Catasto e Pubblicita' Immobiliare   Oggetto:Accertamento  delle  unita'  immobiliari urbane ai sensi dell'articolo 1,comma 336, della legge 30 dicembre 2004, n. 311.Sintesi:La circolare  fornisce  direttive  in merito all'applicazione dell'articolo 1,comma 336,  della  legge  30  dicembre  2004, n. 311, concernente le modalita'per l'accertamento  delle  variazioni  nello  stato  e nella consistenza degliimmobili in   seguito   ad   interventi  edilizi,  che  abbiano  influito  sulclassamento e  sulla  rendita  e  che non siano stati oggetto di dichiarazionein catasto.                                                                    Testo:1    Premessa                                                                                                                                               In attuazione  del  disposto  di  cui al comma 339 dell'articolo 1 della legge30/12/2004, n.  311,  sulla  G.U.  n. 40 del 18/2/2005 e' stata pubblicata, ladeterminazione direttoriale   16/2/05,  che disciplina, ai sensi del comma 336della medesima  legge,  le  modalita'  per  l'accertamento di variazioni nellostato di fatto degli immobili, non  dichiarate in catasto.                                                                                                  Preliminarmente si  vuole  evidenziare  l'importanza  della norma in esame chee' finalizzata   a   conseguire   un  miglioramento  dell'attuale  livello  diperequazione impositiva  nel  settore  immobiliare  attraverso  il recupero difenomeni di elusione ed evasione fiscale.                                                                                                                   Piu' in   particolare  il  sopra  citato  comma  336  consente  ai  Comuni  dirichiedere ai  soggetti,  obbligati  ai sensi dell'art. 3 del R.D.L. 13/4/1939n. 652,   convertito  con  modificazioni  nella  legge  11/8/1939  n.1249,  lapresentazione degli  atti  di  aggiornamento  catastale  per  gli immobili nondichiarati in  catasto  o  per  i quali, per effetto di intervenute variazioniedilizie, sussistono  situazioni  di  fatto  non  coerenti  con  i classamentiriportati negli  atti  catastali  o  con  gli  elementi  assunti a base per ladeterminazione della rendita.                                                                                                                               La richiesta   deve   contenere  gli  elementi  constatati,  atti  a  motivarel'incoerenza rilevata   e  la  data,  qualora  accertabile,  cui  riferire  lamancata presentazione della dichiarazione catastale.                                                                                                                                                                                      2    Ambito   di   applicazione   delle  attivita'  di  accertamento  previste     dell'articolo 1, comma 336, della legge 30 dicembre 2004, n. 311                                                                                       Sono interessate   al   procedimento   in   esame  le  unita'  immobiliari  diproprieta' privata  oggetto  di  interventi edilizi, ovvero site in fabbricatiche siano  stati   oggetto  di  interventi  edilizi,  laddove gli stessi sianoinfluenti sul  classamento  e  sulla  determinazione  della  relativa  renditacatastale.                                                                                                                                                  Sono altresi'   interessate   all'accertamento   le   unita'   immobiliari  diproprieta' privata   mai   dichiarate   in   catasto,   quelle  variate  nellad......