LIMITI ALLA DECADENZA DEI CONSIGLIERI



(continua a leggere)


RIMBORSI CREDITI D'IMPOSTA SUI DIVIDENDI DELLE PARTECIPATE



































































































N N.5277/07 Reg. Dec. N. 273 Reg. Ric.  Anno: 2007 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la seguente DECISIONE             sul ricorso in appello n.r.g. 273 del 2007, proposto dal Comune di Panni, rappresentato e difeso dall’avv. Vania Romano ed elettivamente domiciliata presso il suo studio, in Roma, viale Mazzini, n. 6, contro il sig. Davide Colangelo, rappresentato e difeso dall’avv. Antonio e Mescia ed elettivamente domiciliato in Roma, alla via Paisiello, n. 55 presso lo studio dell’avv. F.G. Scoca; - la Comunità Montana dei Monti Dauni Meridionali, in persona del presidente pro tempore, non costituitosi in giudizio; e nei confronti - dei sigg.ri Cobozzi Giuseppe e Calitri Pietro, non costituitisi in giudizio; per la riforma della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale della Puglia, Sezione II, Bari, n. 3903 dell’8 novembre 2006; Visto il ricorso con i relativi allegati; Visto l’atto di costituzione in giudizio del sig. Davide Colangelo; Viste le memorie prodotte dalle parti a sostegno delle rispettive difese; Visti gli atti tutti della causa; Designato relatore, alla camera di consiglio del 13 febbraio 2007, il consigliere Cesare Lamberti ed uditi, altresì, gli avvocati Lofoco per delega di Romano e Mescia, come da verbale d’udienza; Considerato che in sede di discussione dell’istanza cautelare annessa all’appello del Comune di Panni è stato dato avviso alle parti che l’appello sarebbe stato introitato in decisione ai sensi dell’art. 26, l. n. 1034/1971. Ritenuto e considerato in fatto e in diritto quanto segue. FATTO E DIRITTO 1. Con la deliberazione del Consiglio Comunale di Panni n. 5 del 17.3.2006, ad oggetto “art. 15. Statuto Comunale – decadenza cons. Colangelo dott. Davide – Provvedimenti consequenziali”, il sig. Davide Colangelo è stato dichiarato decaduto dalla carica di consigliere del comune di Panni per non avere partecipato a tre sedute consiliari consecutive senza giustificato motivo. 2. La deliberazione è stata annullata, con sentenza in data 22 giugno 2006 n. 2461, dal Tar della Puglia, a seguito dell’accoglimento del ricorso n. 872/2006. 2.1. E’ stata ritenuta omessa la valutazione della astratta possibilità che le assenze potessero o meno ritenersi fornite di giustificazione. Le motivazioni dedotte sono stata disattese puramente e semplicemente senza alcuna ponderata e ragionevole motivazione, essendo mancato qualsivoglia apprezzamento sulla fondatezza, serietà e rilevanza delle ragioni addotte dal dott. Colangelo e comprovate da produzione documentale. 3. Con deliberazione n. 13 del 7 luglio 2006, il Consiglio comunale di Panni dava esecuzione alla sentenza, riprendendo il procedimento dal momento in cui era stato individuato come illegittimo, con riesame dell'intera vicenda, alla luce delle indicazioni del giudice amministrativo. L’esito procedimentale era la nuova declaratoria di decadenza del dott. Colangelo. 3.1. Con deliberazione n. 14, adottata nella seduta consiliare del 18 settembre 2006, è stato nominato, ai sensi dell’art. 12, comma 5, della legge regionale n. 20/2004, un nuovo rappresentante di minoranza in seno alla Comunità Montana dei Monti Dauni Meridionali. 4. I provvedimenti sono stati impugnati dal dott. Colangelo al Tar della Puglia con il ricorso n. 1597/2006, accolto dalla sentenza in epigrafe, oggetto del presente appello del Comune di Panni. 4.1. Il Collegio ritiene la sentenza meritevole di conferma, sia pure nei limiti che seguono. 5. E’ incontroverso in punto di fatto che: - la decadenza è stata comminata per l’assenza ingiustificata del ricorrente per tre sedute consecutive del consiglio comunale; - l'assenza del 9 febbraio 2006 è stata giustificata dal ricorrente dichiarando e documentando che, alla medesima ora, era impegnato nel consiglio di amministrazione della società consortile Prospettiva Subappennino (in tale società mista è socia la Comunità Montana dei Monti Dauni Meridionali, che appunto ha nominato il ricorrente, consigliere comunitario, quale rappresentante dell'ente negli organismi societari); - l'assenza del 26 gennaio 2006 è stata giustificata dichiarando che, in orario prossimo ed antecedente a quello del convocato consiglio, il ricorrente era sottoposto a visita medica odontoiatrica a Foggia, con esibizione di un certificato, da cui risulta la sottoposizione a cure odontoiatriche in uno studio medico dalle 12.00 alle ore 12.45 e di un ulteriore certificato del medesimo sanitario (datato 8 maggio 2006), in cui viene specificato che il ricorrente era stato sottoposto ad intervento odontoiatrico sull'elemento 1.6 affetto da ascesso parodontale, per il quale gli sono stati consigliati (oltre all'assunzione di farmaci per sei giorni) tre giorni di riposo e cure domiciliari, a causa del notevole gonfiore e del relativo dolore; - la distanza tra Foggia e Panni è di circa 47 chilometri, percorribili in 45 minuti, e la seduta del 26 gennaio 2006 è iniziata alle 13.00, come risulta dalla relativa delibera. 6. La sentenza del Tar della Puglia richiama correttamente i principi di questo Consiglio in materia di decadenza dalla carica di consigliere comunale, precisamente: - le assenze per mancato intervento dei consiglieri dalle sedute del consiglio comunale non debbano essere giustificate preventivamente di volta in volta; - le giustificazioni possono essere fornite successivamente, anche dopo la notificazione all’interessato della proposta di decadenza, ferma restando l’ampia facoltà di apprezzamento del consiglio comunale in ordine alla fondatezza e serietà ed alla rilevanza delle circostanze addotte a giustificazione delle assenze; - le circostanze da cui consegue la decadenza vanno interpretate restrittivamente e con estremo rigore, data la limitazione che essa comporta all’esercizio di un munus publicum; - gli aspetti garantistici della procedura devono essere valu......