MOD. 770/05: COMPILAZIONE QUADRI PREVIDENZIALI



(continua a leggere)


RIDETERMINAZIONE PENSIONI DIPENDENTI PUBBLICI



































































































INPDAP INPDAP Roma, 4-7-2005 NOTA OPERATIVA 9 OGGETTO: Modello 770/2005 Semplificato - Istruzioni per la compilazione. PREMESSA Con provvedimento del Direttore dell'Agenzia dell'Entrate, pubblicato sul supplemento ordinario alla G.U. n. 24 del 31/01/2005 - Serie generale , è stato approvato il Modello 770/2005 per la comunicazione dei dati, da parte dei sostituti d'imposta che hanno corrisposto, nell'anno 2004, redditi soggetti alla ritenuta alla fonte e/o a contributi previdenziali ed assistenziali dovuti all'INPS, all'INPDAP e all'IPOST. Con successivo provvedimento del 21/04/2005 pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. n. 99 del 30/04/2005 sono state approvate le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati contenuti nella dichiarazione Mod.770/2005 Semplificato. LE INNOVAZIONI In particolare sono stati previsti i seguenti punti: - Punto 103 - Punto 104 - Punto 105 - Per contribuzioni sospese per eventi calamitosi a seguito delle Ordinanze della Presidenza del Consiglio dei Ministri e delle successive disposizioni INPDAP per i rispettivi anni 2002 - 2003 e 2004. - Punto 106 - Per la dichiarazione della percentuale di aspettativa non retribuita per motivi sindacali, concessa al dipendente nel corso dell'anno oggetto di denuncia. - Punto 107 - Per l'indicazione del codice "01"necessario per l'attribuzione dei dati ad INPDAP. Si precisa che ai fini della compilazione dei campi 103 - 104 e 105 deve essere indicato l'importo totale dei contributi obbligatori a carico degli iscritti sospeso per gli anni 2002 - 2003 e 2004 .Vanno indicati gli importi che, per non essere stati trattenuti o per essere stati rimborsati, costituiscono un debito contributivo dell'iscritto nei confronti di questo Istituto. Per le contribuzioni sospese non devono essere compilate specifiche sottosezioni. La compilazione dei suddetti campi deve essere effettuata una sola volta ed è ininfluente se effettuata nella 1^ sezione o l'ultima. I punti 97 - 98 e 99 (contributi trattenuti e dovuti per l'iscritto) non vanno valorizzati se riguardanti l'anno oggetto di denuncia (anno 2004). ISTRUZIONI GENERALI Per la corretta compilazione del quadro INPDAP assume rilevante importanza lo stato di servizio ovvero il tipo impiego e tipo di servizio che hanno contraddistinto il servizio del dipendente nel corso del periodo oggetto di denuncia. Nel caso in cui non vi sono state variazioni il sostituto d'imposta dichiara il periodo in un'unica sezione, altrimenti deve compilare tante sezioni quanti sono i periodi interessati da intervenute modifiche di tipo impiego e servizio. I codici identificativi delle varie modalità d'impiego e di servizio, contenuti nelle tabelle relative ai punti 73 e 74, costituiscono la guida alla dichiarazione. In sede di Mod.770 (redditi 2004) gli Enti e le Amministrazioni iscritti dovranno altresì comunicare i dati retributivi e contributivi, anni precedenti, per la regolarizzazione delle posizioni assicurative dei propri dipendenti, come sotto riportato: ??Per gli infermieri ed il personale non medico riguardati dalla circolare n.40 del 22/6/2004, gli enti che nel corso dell'anno 2004 hanno provveduto al versamento dei contributi obbligatori dovuti sulle retribuzioni erogate agli infermieri e al personale non medico per l'attività intramuraria aggiuntiva, dovranno compilare apposite sottosezioni per gli anni 2002 e 2003 nelle quali indicare le retribuzioni erogate negli anni predetti nonché i relativi contributi trattenuti a carico del lavoratore. ??Per i giornalisti addetti agli Uffici stampa presso Amministrazioni pubbliche riguardati dalla circolare n.9 del 9/2/2004 , la cui posizione pensionistica è costituita presso l'INPGI, le Amministrazioni datrici di lavoro dovranno dichiarare nel QUADRO "Dati Previdenziali ed Assistenziali INPDAP" i dati relativi alle gestioni assicurative cui i medesimi sono iscritti al fine del trattamento di fine servizio ed il fondo credito. Per il riscontro del contributo per il fondo credito dovranno essere valorizzati anche i campi 85 e 86. Ed inoltre: ??Per le integrazioni imponibili anni pregressi gli enti datori di lavoro che si sono avvalsi della facoltà di integrazione prevista dall'art.2 comma 44 della legge 350/2003 (Legge Finanziaria 2004) dovranno indicare in apposite sottosezioni, distinte per anno, gli importi integrati con le stesse modalità previste per gli arretrati. Al fine di fornire un guida pratica si descrivono di seguito tutti i campi previsti nel Mod.770/2005 fornendo ulteriori chiarimenti oltre quelli già contenuti in Gazzetta Ufficiale. Punto 62 Il campo deve contenere il codice d'inquadramento del dipendente. I codici da utilizzare sono quelli riportati nelle tabelle codifica contratti, della Ragioneria Generale dello Stato (www.tesoro.it/dip/ii/sico). Queste tabelle, integrate con ulteriori codici relativi ad enti e comparti contrattuali non rilevati dalla Ragioneria Generale dello Stato, saranno reperibili anche sul sito www.inpdap.gov.it. Se i codici di inquadramento non sono rilevabili dalle tabelle il campo 62 va compilato indicando 99 per il codice comparto - 99 per il codice sottocomparto e 999999 per la qualifica. Punto 63 Il codice fiscale della amministrazione sede di servizio deve valorizzare il campo. Per gli enti in possesso del codice fiscale e relativo progressivo assegnato dallo scrivente istituto, il campo deve essere valorizzato con entrambi i codici, ovvero con il codice fiscale seguito dal progressivo. Per gli altri enti, a cui non è stato attribuito il numero progressivo, il campo non va valorizzato. Punto 64 La decorrenza giuridica del rapporto d'impiego deve valorizzare il campo per gli iscritti alla Cassa pensioni Statali. Punti 65-66 La data di inizio e di fine, espresse in giorno - mese - anno, delimitano il periodo oggetto di certificazione, in ogni sezione. Punto 67 Contiene l'indicazione dei giorni utili ai fini del Trattamento di Fine rapporto: riguarda tutti i dipendenti assunti con contratto di lavoro a tempo determinato dal 30.5.2000 in avanti e tutti i rapporti di lavoro a tempo indeterminato instaurati a decorrere dall'1.1.2001 in poi. La valorizzazione deve essere effettuata secondo quanto già indicato nei principi generali. Il campo non deve essere valorizzato per le categorie del pubblico impiego tuttora non contrattualizzate di cui all'art. 3 del D. Lgs. 30.3.2001 n. 165 nei cui confronti trovano tuttora applicazione le norme sul trattamento di fine servizio. Punto 68 Per i rapporti di lavoro cessati nel corso dell'anno 2004 il campo deve essere valorizzato con il codice che identifica la causale di cessazione come elencate nella tabella allegata. Punti 69 -72 Sono i campi per l'indicazione dei codici identificativi delle Casse cui il dipendente è iscritto. Per esempio, per i dipendenti degli enti locali saranno indicate le gestioni CPDEL, Inadel e Fondo Credito mentre per i dipendenti statali saranno indicate le gestioni Cassa Stato, Enpas e Fondo Credito. Punti 73-74 Sono i campi guida della dichiarazione: per ogni variazione del codice di tipo impiego e del codice di tipo servizio il sostituto d'imposta deve compilare una apposita sezione: nel caso di dipendente collocato in aspettativa per espletamento di mandato elettivo al Parlamento, a decorrere dal 1.10.2003, il sostituto d'imposta dovrà compilare due apposite sezioni: la prima dall'1.1.2003 al 30.9.2003 con codice di impiego 1 e codice di servizio 4 oltre gli altri elementi richiesti; la seconda sezione dall'1.10.2003 al 31.12.2003 con il codice di tipo impiego 1 ed il codice di tipo servizio 2, con l'indicazione della retribuzione virtuale ovvero quella che il dipendente avrebbe percepito qualora fosse rimasto in servizio. Ciò consente di determinare la copertura figurativa per il periodo interessato. Punto 75 Il campo va valorizzato generalmente con l'indicazione del codice 1 previsto per l'aliquota di competenza, atteso che i contributi previdenziali sono sempre ascritti al periodo di competenza. L'aliquota di cassa, identificata dal codice 2, è prevista soltanto per i casi espressamente indicati quali le gratificazioni annuali e periodiche, i conguagli di retribuzione spettanti a seguito di norme di legge o di contratto avente effetto retroattivo e i premi di produzione previsti dai contratti collettivi di secondo livello di cui al d.l. 25 marzo 1997, n. 67, convertito in legge. 23.5.1997, n.135 . Punto 76 In tale spazio devono essere indicate le giornate utili ai fini delle prestazioni pensionistiche. Per i dipendenti con contratto di lavoro a tempo determinato il numero dei giorni annui massimo è di 360 mentre per i lavoratori giornalieri è di 312. Punti 77-84 I campi sono previsti per l'indicazione delle maggiorazioni spettanti per particolari servizi, come descritti nella relativa tabella, svolti nel corso del periodo oggetto di dichiarazione dagli iscritti alle Casse pensionistiche INPDAP. La valorizzazione si effettua con l'indicazione dell'apposito codice e del numero dei giorni in cui si è svolto il particolare servizio. Per gli iscritti alla Cassa Stato, nei cui confronti trova applicazione il d. lgs n. 165/97, deve essere sempre indicato il codice 36 ed i giorni corrispondenti. Soltanto per i dipendenti per i quali si applicherà il sistema di calcolo delle pensioni misto o contributivo deve essere contestualmente valorizzato il successivo campo 92. Punto 85 Il campo deve essere valorizzato con il totale delle retribuzioni relative al periodo che si dichiara, che concorrono a formare la quota A di pensione. Anche l'indennità integrativa speciale conglobata a seguito dei rinnovi contrattuali nella voce stipendio tabellare, a decorrere dall'1.1.2003, deve essere compresa nel totale. Per i dipendenti statali non deve essere compreso l'importo di tredicesima mensilità. Punto 86 L'importo complessivo delle retribuzioni accessorie relative al periodo, che concorrono a costituire la quota B della pensione deve valorizzare il campo. Per gli iscritti alla Cassa Stato non dovrà essere compreso l'importo di tredicesima mensilità. Punto 87 Il campo deve essere valorizzato con l'importo dello stipendio ed assegni utili per la determinazione della maggiorazione della base pensionabile del 18%, prevista per gli iscritti alla Cassa pensione Statali, da assoggettare a contribuzione. A tal fine si precisa che gli assegni da indicare sono esclusivamente lo stipendio tabellare (al netto della quota di IIS conglobata per tutti i dipendenti i cui CCNL ne hanno previsto l'esclusione dalla base del 18%), la retribuzione individuale di anzianità e l'eventuale assegno ad personam. Non devono essere considerati a tal fine l'indennità integrativa speciale, tutti gli altri eventuali assegni erogati al dipendente nonché l'importo della tredicesima mensilità. Punto 88 Deve essere indicata la retribuzione ed assegni sui quali è dovuto il contributo ai fini del trattamento di fine servizio nella misura corrispondente alla base contributiva dell'80% dello stipendio ed assegni utili a tal fine. Il dato così fornito consente all'ente previdenziale di riscontrare i versamenti dei contributi effettuati. Punto 89 Deve essere indicata la retribuzione utile ai fini del calcolo della prestazione di trattamento di fine rapporto. Nel caso in cui il periodo di servizio sia superiore a quindici giorni ma inferiore a trenta, dovrà essere indicata la retribuzione mensile virtuale. La retribuzione va indicata per intero anche in caso di retribuzione ridotta per: 1) malattia, 2) messa in disponibilità, 3) maternità, 4) mandato amministrativo, (per la compilazione del campo si rinvia alle istruzioni contenute nella circolare n.30 del 1° agosto 2002 ed informativa n. 5 del 18.3.2003 della Direzione Centrale Prestazioni di Fine Servizio e Previdenza Complementare). Punto 90 Da valorizzare con l'indicazione degli importi corrisposti per premio di produzione, previsti dai vari contratti di secondo livello (circolare n. 1 del 14.1.1998). Punto 91 Deve essere indicato l'importo complessivo dell'indennità sostitutiva del periodo di preavviso (non lavorato) avente carattere risarcitorio, ed il compenso per ferie non godute. Punto 92 Il campo deve essere valorizzato con l'importo dei sei scatti stipendiali stabiliti dall'art.4, comma 3, del d.lgs. 165/97 per i dipendenti iscritti alla Cassa pensioni statali, nei cui confronti trova applicazione il sistema di calcolo delle pensioni contributivo o misto. Punto 93 Il campo deve essere valorizzato solo per i dipendenti iscritti alla cassa pensioni stato con l'importo della tredicesima mensilità. Punto 94 Da valorizzare soltanto nei casi in cui sia stata effettuata, là dove consentito, l'opzione per il TFR. Punti 95-96 Il sostituto principale d'imposta che certifica anche le retribuzioni erogate al dipendente da altre Amministrazioni, deve compilare tante sezioni quante sono le Amministrazioni interessate, indicando gli emolumenti corrisposti ed il Codice Fiscale delle stesse Amministrazioni obbligate al versamento del contributo. Giova precisare che i presenti campi devono essere valorizzati in tutti i casi in cui il soggetto obbligato al versamento dei contributi non coincide con il sostituto d'imposta dichiarante. Punto 97 Il totale dei contributi pensionistici trattenuti a carico del dipendente valorizza il campo. Punto 98 Il campo va valorizzato con l'importo dei contributi trattenuti al dipendente ai fini del trattamento di fine servizio. Punto 99 Da valorizzare con il totale dei contributi dovuti dal datore di lavoro ai fini del trattamento di fine rapporto. Punto 100 Deve essere barrato soltanto nel caso in cui il dipendente è stato assunto ai sensi dell'art.78, comma 6 della legge 388/2000. Punto 101 Il campo deve essere valorizzato con l'importo annuo della indennità integrativa speciale conglobata per effetto dei rinnovi contrattuali. Punto 102 Deve essere indicata la retribuzione sulla quale è stato calcolato il contributo ai fini del TFR. Coincide con la base contributiva pari all'80% dello stipendio ed assegni utili a tal fine. Punto 103 Deve essere indicato l'importo dei contributi obbligatori, a carico degli iscritti sospesi per l'anno 2002. Punto 104 Deve essere indicato l'importo dei contributi obbligatori, a carico degli iscritti, sospesi per l'anno 2003. Punto 105 Deve essere indicato l'importo dei contributi obbligatori, a carico degli iscritti, sospesi per l'anno 2004. Punto 106 Deve essere indicata la percentuale dell'aspettativa sindacale non retribuita concessa al dipendente in misura parziale. Punto 107 Deve essere indicato il codice "01".L'indicazione di tale codice è necessaria per l'attribuzione dei dati all'INPDAP. Il DIRIGENTE GENERALE Dr.ssa Rosalba Amato F.to AMATO ......