NESSUNA ANNOTAZIONE SUL GRUPPO ETNICO DI APPARTENENZA



(continua a leggere)


CARTA DI IDENTITA' ELETTRONICA PER TUTTI



































































































Ministero dell'Interno Ministero dell'Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici Area III - Stato Civile Prot. n. 200503032-15100/397 Roma, 21 marzo 2005 -AI SIGG. PREFETTI LORO SEDI -AL SIG. COMMISSARIO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA DI TRENTO -AL SIG.COMMISSARIO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA DI BOLZANO -AL SIG.PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA VALLE D'AOSTA AOSTA e, per conoscenza: -AL GABINETTO DEL SIG.MINISTRO SEDE -AL DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI UFFICIO COORDINAMENTO E AFFARI GENERALI SEDE - ALLA DIREZIONE CENTRALE PER LA DOCUMENTAZIONE E LA STATISTICA SEDE - AL SERVIZIO DOCUMENTAZIONE SEDE -AL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI Direzione Generale Italiani all'Estero e Politiche Migratorie - Uff.V ROMA -AL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio Legislativo ROMA -ALL'ANCI Via dei Prefetti, 46 00186 ROMA -ALL'ANUSCA Via dei Mille, 35E/F 40024 CASTEL S.PIETRO TERME(BO) - ALLA DeA - Demografici Associati c/o Amministrazione Comunale V.le Comaschi n. 1160 56021 CASCINA (PI) CIRCOLARE N. 16 OGGETTO: Rilascio estratti o copie di atti di stato civile. Pervengono segnalazioni circa il fatto che sono rilasciati estratti di atti di nascita sui quali è riportato un timbro che richiama una legge razziale del 1939, recante la specifica dichiarazione di appartenenza alla "razza ebraica". Al riguardo si pregano le SS.LL., nell'esercizio delle funzioni di vigilanza di competenza, di voler informare i Sigg. Sindaci richiamando la puntuale osservanza della normativa esistente in materia, ed, in particolare, il Regio decreto-legge 20 gennaio 1944, n. 25 recante "Disposizioni per la reintegrazione dei diritti civili e politici dei cittadini italiani e stranieri già dichiarati di razza ebraica o considerati di razza ebraica" che all'art. 3, dispone che "le annotazioni di carattere razziale iscritte nei registri dello stato civile ed in quelli della popolazione sono da considerarsi inesistenti. Nel rilascio di estratti o di copie di atti dello stato civile o di certificati anagrafici, tali annotazioni non dovranno mai essere riprodotte, salvo che per espressa richiesta della Autorità giudiziaria…..". Al riguardo, si prega di voler richiamare l'attenzione anche sull'osservanza delle norme emanate a tutela della privacy, che esplicitamente annoverano tra i dati "sensibili" quelli inerenti la razza. Si ringrazia. IL DIRETTORE CENTRALE (Ciclosi) (LF)   ......