NON VI E' GETTONE DI PRESENZA PER LA CONFERENZA DEI CAPIGRUPPO



(continua a leggere)


TERMINI PER LE ISCRIZIONI ALLA SCUOLA DELL'INFANZIA E DELL'OBBLIGO



































































































Del Del. n. 362/2009/PAR Sezione Regionale di Controllo per la Toscana composta dai magistrati:   -               Pres. Sez. Silvio AULISI                                            Presidente -               Cons. Paolo SCARAMUCCI                                         Componente -               Cons. Paolo PELUFFO                                               Componente -               Cons. Graziella DE CASTELLI                             Componente -               1° Ref. Alessandra Sanguigni                                   Componente -               1° Ref. Laura D’AMBROSIO                                        Componente   VISTO l’art. 100, secondo comma, della Costituzione; VISTO il Testo Unico delle leggi sulla Corte dei conti, approvato con R.D. 12 luglio 1934, n. 1214, e successive modificazioni; VISTA la legge 14 gennaio 1994, n. 20, recante disposizioni in materia di giurisdizione e controllo della Corte dei conti; VISTA la legge 5 giugno 2003 n. 131, recante disposizioni per l’adeguamento dell’ordinamento della Repubblica alla legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3; VISTO il Regolamento (14/2000) per l’organizzazione delle funzioni di controllo della Corte dei conti, deliberato dalle Sezioni Riunite della Corte dei Conti in data 16 giugno 2000 e successive modifiche; VISTA la Convenzione stipulata il 16 giugno 2006 tra Sezione regionale, Consiglio delle autonomie locali e Giunta regionale Toscana in materia di “ulteriori forme di collaborazione” tra Corte ed autonomie, ai sensi dell’art. 7, comma 8, della citata legge n. 131 del 2003. UDITO nella Camera di consiglio il relatore, Cons. Paolo Peluffo; PREMESSO   1.                  Il Consiglio delle Autonomie locali, con nota prot. 13233 in data 7/10/09, ha inoltrato alla Sezione una richiesta di parere del Sindaco del comune di Pisa, in merito all’applicabilità ai componenti della conferenza dei capigruppo della norma di cui all’art. 82, comma 2 del TUEL, inerente il diritto dei consiglieri comunali, provinciali, circoscrizionali e delle comunità montane  a percepire gettoni di presenza per la partecipazione a consigli e commissioni.   CONSIDERATO   2. In relazione alle modalità procedurali stabilite dalla Sezione delle Autonomie con deliberazione n. 9/09 “Modificazione ed integrazione degli indirizzi e criteri generali per l’esercizio dell’attività consultiva da parte delle Sezioni Regionali di Controllo”, la Sezione valuta la questione suscettibile di risposta, senza necessità di investire la Sezione delle Autonomie per l’espressione del proprio avviso interpretativo.  Secondo ormai consolidati orientamenti assunti dalla Corte dei Conti in tema di pareri da esprimere ai sensi dell’art. 7, comma 8, della legge n. 131 del 2003, all’esame del merito della richiesta va premessa una verifica della sua ammissibilità, in termini sia soggettivi (legittimazione dell’organo richiedente) che oggettivi (attinenza dei quesiti alla materia della contabilità pubblica). Nel caso in esame, la richiesta di parere è ammissibile sotto il profilo soggettivo, provenendo essa dal Consiglio delle autonomie. 3. Sotto il profilo oggettivo la richiesta è egualmente ammissibile in quanto riconducibile alla materia della contabilità pubblica (disposizioni che regolano il sistema del bilancio ed i relativi equilibri, acquisizione e gestione dei mezzi finanziari e patrimonio pubblico e, quindi, in particolare disciplina dei bilanci, acquisizione delle entrate, organizzazione finanziaria e contabile, disciplina del patrimonio, gestione delle spese, indebitamento, rendicontazione ed  relativi controlli), in quanto provvista dei