OBBLIGO DI CONSERVAZIONE DEI SECONDI ESEMPLARI DELLE FATTURE



(continua a leggere)


Diritto di accesso e indisponibilita' dei documenti



































































































Risoluzione del 13/06/2003 n Risoluzione del 13/06/2003 n. 134  Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa e Contenzioso   Oggetto:Istanza di  interpello  -  X  SpA  -  Conservazione  delle fatture su supportimagnetici o  di  immagini  da  parte  di  contribuenti  esercenti attivita' digestione degli  acquedotti  e  di distribuzione dell'acqua potabile - articolo39 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633(Documento in fase di trattamento redazionale.) Testo:       Con istanza  d'interpello,  presentata  ai  sensi  dell'art.  11  dellalegge 27  luglio  2000,  n.  212,  la X S.p.A. ha esposto il seguente quesito,volto a   conoscere   l'esatta  applicazione  dell'art.  39  del  decreto  delPresidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633.                                                                                                                                               QUESITO                                                                                                                     La X,  societa'  esercente  l'attivita'  di gestione degli acquedotti ela distribuzione  dell'acqua  potabile in alcune aree del territorio italiano,a fronte  del  servizio  erogato,  emette  nei  confronti  dei  propri clientifatture numerate  progressivamente  e  contenenti  tutti  gli  elementi di cuiall'articolo 21  del  decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972,n. 633.  L'istante,  avvalendosi  della  facolta'  concessa  dall'articolo  1,comma, 3  del  decreto  24  ottobre  2000,  n. 370, emette, mediante strumentiinformatici, fatture   in   un   unico  esemplare  e  sostituisce  il  secondoesemplare con   distinte  meccanografiche  di  fatturazione,  i  cui  elementicoincidono con quelli riportati nelle fatture stesse.                                Tanto premesso,   la  X  chiede  se,  con  riferimento  all'obbligo  diconservazione delle  fatture  previsto  dall'art.  39  del  D.P.R.  n. 633 del1972, possano   essere   tenuti,  in  luogo  delle  distinte  meccanografiche,supporti magnetici  o  di immagini immodificabili e prontamente visualizzabilimediante mezzi  a  disposizione  della  societa',  che  riportano tutti i datiindicati in ciascuna fattura.                                                                                                                               SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE                                                                                                              L'istante ritiene  possibile  l'utilizzo  di  supporti  magnetici  o diimmagini per  la  conservazione del secondo originale delle fatture emesse, inconsiderazione che   il  settore  pubblico  in  cui  opera  presenta  numeroseanalogie con   quello  delle  telecomunicazioni,  per  il  quale  la  predettamodalita' di  conservazione  e'  stata  espressamente  prevista con decreto 24ottobre 2000, n. 366.                                                                In entrambi   i   settori,   infatti,   le  prestazioni  rese  mostranocaratteristiche simili  in  termini di uniformita', frequenza e diffusione deiservizi, destinati  ad  un  numero  elevato  di clienti, nonche' in termini dicorrispettivi di  importo  limitato e con pagamento periodico in tempi diversida quelli della somministrazione.