OBBLIGO DI FATTURAZIONE PER I PROFESSIONISTI INCARICATI DI PUBBLICHE FUNZIONI



(continua a leggere)


RIMBORSO ANTICIPATO DI MUTUI CONTRATTI CON ENTI DIVERSI DALLA CASSA DD.PP.



































































































Risoluzione del 10/05/2004 n Risoluzione del 10/05/2004 n. 68           Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa e Contenzioso          Oggetto:Redditi assimilati  a  quelli  di  lavoro  dipendente- Art. 47 Tuir - Modificaintrodotta dall'art.  2,  comma  36,  della legge finanziaria per l'anno 2004-Quesito(Documento in fase di trattamento redazionale.)Testo:    Con la  nota  in riferimento, codesto Ministero ha chiesto il parere dellascrivente in  merito  all'esatta applicazione dell'art. 50, lett. f), del Tuir(gia' art.  47),  approvato  con  D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, concernente"Redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente".                               Dopo le  modifiche  apportate  dall'art.  2,  comma  36,  della  legge  24dicembre 2003,   n.  350  (legge  finanziaria  2004)  il  citato  articolo  50annovera tra   i   redditi  assimilati  a  quelli  di  lavoro  dipendente  "leindennita', i  gettoni  di  presenza  e  gli  altri compensi corrisposti dalloStato, dalle   regioni,  dalle  province  e  dai  comuni  per  l'esercizio  dipubbliche funzioni,  sempre  che le prestazioni non siano rese da soggetti cheesercitano un'arte  o  professione  di  cui  all'art. 49, comma 1, e non sianoeffettuate nell'esercizio   di   impresa   commerciale,   nonche'  i  compensicorrisposti ai  membri  delle  commissioni  tributarie,  ai  giudici di pace eagli esperti  del  tribunale  di sorveglianza, ad esclusione di quelli che perlegge devono essere riversati allo Stato".                                        In particolare,  il  Ministero  della Giustizia ha chiesto di conoscere ilcorretto trattamento   tributario   dei  compensi  corrisposti  a  determinatecategorie di  giudici  onorari  non  espressamente  menzionate  dall'art.  50,lett. f),  del  Tuir,  quali  i vice procuratori onorari, i giudici onorari ditribunale, i  giudici  onorari aggregati, i giudici popolari e gli esperti deitribunali e delle sezioni di corte d'appello per minorenni.                         Al riguardo,  si  ritiene  che  il legislatore abbia inteso riservare untrattamento particolare  ai  compensi  percepiti  dalle  categorie  di giudicionorari espressamente  individuate  al  richiamato  articolo  50 (membri dellecommissioni tributarie,   giudici   di   pace,   esperti   di   tribunale   disorveglianza), diverso  da  quello  riservato  alla  generalita'  dei compensicorrisposti per l'esercizio di pubbliche funzioni.                                  Invero, mentre  i  compensi  percepiti  in  relazione  all'esercizio  dipubbliche funzioni   in   genere,   qualora   siano  svolte  da  soggetti  cheesercitano un'arte  o  una  professione ai sensi dell'art. 53, comma 1 possonoconcorrere alla  formazione  del  reddito di lavoro autonomo, quelli percepitidai soggetti  elencati  nella  seconda  parte  del citato articolo 50, letteraf), ossia  dai  membri  delle  commissioni  tributarie,  dai  giudici di pace,dagli esperti  di  tribunale  di  sorveglianza  rilevano comunque come redditiassimilati al  lavoro  dipendente,  ancorche' tali soggetti esercitino un'arteo una professione ai sensi dell'art. 53, comma 1, del Tuir.                         In altri  termini,  si  deve  ritenere  che  l'elencazione  dei  redditicollegati all'esercizio  di  pubbliche  funzioni,  che  concretizzano  in ognicaso, a   prescindere