PARERE DI REGOLARITA' TECNICA: OBBLIGATORIO



(continua a leggere)


OBBLIGO DI REGISTRAZIONE DELLE PRESENZE



































































































                            REPUBBLICA ITALIANA        N. 0759/07 Reg. Sent.           IN NOME DEL POPOLO ITALIANO     N. 3268/06 Reg. Gen.   Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia - Sezione staccata di Catania - Sezione Prima, composto dai Signori Magistrati: Dott. Vincenzo Zingales                                  Presidente Dott.ssa Rosalia Messina                               Giudice Dott. Salvatore Gatto Costantino       Giudice rel.est. ha pronunciato la seguente S E N T E N Z A sul ricorso n 3268/06 R.G. proposto da ODDO GIUSEPPE, rappresentato e difeso dall’AVV. STEFANO POLIZZOTTO e dall’ AVV. IRENE DI MATTEO con domicilio eletto in CATANIA  VIA GROTTE BIANCHE, 117  presso TRIMBOLI AVV. SALVATORE contro il COMUNE DI SAN FRATELLO (ME); il CONSIGLIO COMUNALE DI SAN FRATELLO, in persona dei rispettivi legali rappresentanti pro tempore;     e nei confronti di LO CICERO GIUSEPPE, PAPPALARDO ANTONINO, CRACO' BENEDETTO, tutti rappresentati e difesi dall’ Avv. Alfio PAPPALARDO, con domicilio eletto presso la SEGRETERIA del TAR; e REALE BENEDETTO, ORITI LUIGI, REGALBUTO BENEDETTO, FAZIO SALVATORE, tutti rappresentati e difesi dall’Avv. Marianna Oriti, con domicilio eletto in Catania, presso lo studio dell’Avv. Francesca Merulla (studio Gitto-Pappalardo) in via XX Settembre 28; e CELSA BENEDETTO e TOMMASI CARMELO non costituiti;     per l'annullamento - della deliberazione comunale di San Fratello n. 46 del 26 settembre 2006, con la quale il Consiglio Comunale di San Fratello ha deliberato di “revocare il Presidente del Consiglio Comunale geom. Giuseppe Oddo. Indi con separata ed unanime votazione, il presente atto viene dichiarato immediatamente eseguibile al fine di consentire l’esame del provvedimento successivo posto all’ordine del giorno”, unitamente agli allegati citati e prodotti in essa ed al documento, anch’esso allegato, in cui il Consigliere Comunale Oriti inserisce nuove contestazioni e motivazioni a supporto della revoca; - della deliberazione del Consiglio Comunale di San Fratello n. 47 del 26 Settembre 2006 con la quale il Consiglio Comunale di San Fratello ha deliberato “di proclamare eletto Presidente del Consiglio Comunale il rag. Lo cicero Giuseppe con voti n. 8 (otto) e schede bianche n. 1”; - ove occorra e per quanto di ragione del documento del Gruppo di minoranza di cui il Consigliere Oriti ha dato lettura nella seduta consiliare del 26 settembre 2006 e che costituisce allegato alla deliberazione impugnata n. 46/2006 avente ad oggetto: “dichiarazione di voto e contestuale motivazione delle ragioni che hanno portato alla richiesta di revoca del Presidente del Consiglio Comunale”; - ove occorra e possa, della nota prot. N. 7516 del 09/09/2006, con la quale i Consiglieri Comunali firmatari hanno chiesto “la convocazione straordinaria del consiglio comunale per la trattazione dei seguenti argomenti da porre all’ordine del giorno: 1 Revoca del Presidente del Consiglio Comunale (art. 21, comma 4, dello Statuto comunale) – discussione e deliberazione; 2. Eventuale nomina del Presidente del Consiglio Comunale – discussione e deliberazione”; - ove occorra e possa della relazione allegata alla nota prot. N. 7516 del 09/09/2006, con la quale i Consiglieri Comunali firmatari della richiesta convocazione straordinaria del Consiglio Comunale per la revoca del Presidente hanno indicato le ragioni della richiesta medesima; - ove occorra e possa, di ogni altro atto presupposto, connesso e/o conseguenziale. Visto il ricorso introduttivo del giudizio; Visti gli atti e i documenti depositati con il ricorso; Vista la domanda di sospensione della esecuzione del provvedimento impugnato; Visto l'atto di costituzione in giudizio di CRACO' BENEDETTO, LO CICERO GIUSEPPE, PAPPALARDO ANTONINO, REALE BENEDETTO, ORITI LUIGI, REGALBUTO BENEDETTO, FAZIO SALVATORE;   Udito nella Camera di Consiglio  del 08 Febbraio 2007 il relatore Ref. SALVATORE GATTO COSTANTINO Uditi gli avvocati come da verbale; Vista la documentazione tutta in atti; Visto l'art. 21 della L. 6 dicembre 1971, n. 1034, nel testo modificato dall'art. 3 della L. 21 luglio 2000, n. 205, in base al quale, nella camera di Consiglio fissata per l'esame dell'istanza cautelare, il Tar può definire il giudizio nel merito, a norma dell’art. 26 della stessa legge n. 1034/1971 (nel testo modificato dalla L. n.205/2000); Accertata la completezza del contraddittorio e dell'istruttoria e sentite sul punto le parti presenti alla camera di Consiglio; Ritenuto, in fatto ed in diritto quanto segue; Rilevato che, tra le censure sollevate contro gli atti impugn......