PATTO DI STABILITÀ E "COMUNI CAPOFILA"



(continua a leggere)


Non tassabili le plusvalenze degli enti locali



































































































Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha fornito chiarimenti in merito alla questione delle spese sostenute dai Comuni ‘c Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha fornito chiarimenti in merito alla questione delle spese sostenute dai Comuni ‘capofila’ per la gestione di servizi svolti anche per conto di altri enti locali ai fini del Patto di stabilità 2003. Questi chiarimenti, oltre che da un folto gruppo di Comuni, erano stati richiesti dall’Anci nazionale. Al riguardo - come già sostenuto dall’Anci - il Ministero ritiene che l’ente individuato come ‘capofila’ possa considerare le predette spese come una ‘gestione per conto di terzi’ e quindi allocarle, ai soli fini del patto di stabilità interno, nel titolo 6° delle entrate e nel titolo 4° della spesa. Le spese che in tal modo vengono neutralizzate sono esclusivamente quelle corrispondenti alla quota dei trasferimenti gestiti a tal fine per conto degli altri enti locali.   ......