POLIZIA LOCALE: AMMISSIONE DI OBIETTORI DI COSCIENZA



(continua a leggere)


CONDIZIONE PER L'AFFIDAMENTO DI SERVIZI A FONDAZIONI PARTECIPATE



































































































                        REPUBBLICA ITALIANA                                N.  3336/07  REG.DEC.                IN NOME DEL POPOLO ITALIANO                                   N. 2771  e N. 3330. Il  Consiglio  di  Stato  in  sede  giurisdizionale,   Quinta  Sezione          ANNO  2006 ha pronunciato la seguente DECISIONE sui ricorsi in appello n.2771/2006 e n.3330/2006 , proposti : il primo dal Comune di Pastorano, in persona del Sindaco pro tempore ,rappresentato  e difeso dall’Avv.Celestino Biagini ed elettivamente domiciliato presso lo studio del medesimo in Roma, via Belsiana n.90; il  secondo dal Sig. Claudio Di Bernardo, rappresentato e difesio dall’Avv. Luigi Parenti ed elettivamente domiciliato presso il medesimo in Roma, viale delle Milizie n.114; contro la signora Maria Vendemia , rappresentata e difesa dall’Avv.  Vincenzo Natale ed elettivamente domiciliata presso lo studio dell’Avv. Maurizio Spinella in Roma, via Carlo Mirabello n.7 e nei confronti del Sig. Claudio Di Bernardo (ric. n..2771/2006) e del Comune di Pastorano (ric. N..330/2006), come sopra rappresentati, difesi e domiciliati; per la riforma della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, Napoli, sez.V , 17 gennaio 2006 n.673;             Visto i ricorsi con i relativi allegati;             Visto l'atto di costituzione in giudizio di Vendemia Maria;             Viste le memorie prodotte dalle parti a sostegno delle rispettive difese;             Visti gli atti tutti della causa;             Relatore, alla pubblica udienza del 17 novembre 2006 , il Consigliere Caro Lucrezio Monticelli; uditi!Fine dell'espressione imprevista, altresì, l’Avv. Bianchi e l’Avv.G.F. Romanelli per delega dell’Avv. Parenti!Fine dell'espressione imprevista;             Ritenuto e considerato in fatto e in diritto quanto segue: FATTO Con delibera n. 15 del 01/02/01 la Giunta Comunale di Pastorano ha approvato la graduatoria finale del concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 2 posti di Agente di Polizia Municipale al quale ha partecipato la signora Maria Vendemia che si è classificata al terzo posto. Con ricorso notificato il 02/04/01 e depositato il 13/04/01 la signora Vendemia ha impugnato il predetto atto, unitamente ai provvedimenti in virtù dei quali è stata disposta l’assunzione del secondo classificato sig. Claudio Di Bernardo, deducendone l’illegittimità in relazione ai vizi di violazione e falsa applicazione dell’art. 9 L. n. 772/72, come modificato dall’art. 15 L. n. 230/98,......