POSSIBILI LE ASSUNZIONI NEL 2005 SE AUTORIZZATE NEL 2004



(continua a leggere)


TERZO MANDATO: UNA SENTENZA STUPEFACENTE



































































































27/01/2005 27/01/2005 Assunzioni a tempo indeterminato autorizzate nel 2004, Legge 30/12/2004 n.311 Ufficio UPPA Servizio Programmazione Assunzioni e Reclutamento Parere n.200/05 Al Comune di 65100 PESCARA e, p.c. Al Ministero dell'economia e delle finanze RGS IGOP 00100 ROMA e, p.c. Al Ministero dell'Interno Dip.to per gli affari interni e territoriali Dir.ne Centrale per le autonomie 00100 ROMA OGGETTO: legge 30.12.2004 n. 311 regime delle assunzioni a tempo indeterminato autorizzate nell'anno 2004 In riferimento alla nota del Comune di Pescara prot. n. 193/2005 del 19 gennaio u.s., di cui ad ogni buon fine si allega copia, si rappresenta quanto segue. Il comma 98 dell'art. 1 della legge finanziaria 30 dicembre 2004, n. 311, prevede che per le regioni e gli enti locali, fino all'emanazione dei decreti previsti dal predetto comma, in materia di assunzioni a tempo indeterminato, trovano applicazione le disposizioni di cui al primo periodo del comma 95 della medesima legge n. 311/2004. Il comma 95, che testualmente si riferisce ad altre amministrazioni pubbliche, contempla il divieto generale di procedere ad assunzioni di personale a tempo indeterminato, con l'unica eccezione delle assunzioni relative al personale appartenente alle categorie protette. Nel contesto di detto comma Ŕ prevista una deroga specifica, anche per le amministrazioni locali, relative alle assunzioni giÓ autorizzate con il D.P.C.M. del 27 luglio 2004 e non ancora effettuate alla data di entrata in vigore della legge. Ci˛ posto si ritiene che, per le regioni e gli enti locali, le disposizioni dettate dal comma 98 si riferiscano alle assunzioni a tempo indeterminato relativo all'anno 2005, per le quali Ŕ prevista l'emanazione dei D.P.C.M. con i quali saranno fissati, nel rispetto degli obiettivi di finanza pubblica, i criteri e limiti per le assunzioni a tempo indeterminato relative al triennio 2005/2007. Con il comma 95, invece, la legge finanziaria n. 311/2004, facendo salve le assunzioni autorizzate con i D.P.C.M. del 27 luglio 2004, ha consentito alle regioni ed agli enti locali di formalizzare nell'anno 2005 le assunzioni giÓ programmate ed avviate nel decorso anno 2004 sulla base di quanto previsto dai citati DPCM, la cui validitÓ Ŕ fatta espressamente salva dal medesimo comma 95, ultimo periodo, dell'articolo 1 della legge n. 311/2004. Questo Ufficio ritiene, pertanto, che il Comune di Pescara possa dare attuazione alla programmazione delle assunzioni previste per il 2004 e giÓ avviate nel corso del predetto anno, nei limiti delle disposizioni di cui ai D.P.C.M del 27/7/2004 i cui effetti sono fatti salvi dall'ultimo periodo del ripetuto comma 95, in quanto il blocco delle assunzioni, previsto dai commi 95 e 98 dell'articolo 1 della legge n. 311/2004, si riferisce alla nuova programmazione 2005-2007 relativa alle nuove immissioni in servizio i cui criteri e limiti verranno fissati con decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, da emanare previo accordo tra Governo, regioni ed autonomie locali da concludere in sede di Conferenza Unificata. Il Comune di Pescara, pertanto, nell'avviare le predette assunzioni, dovrÓ, comunque, tener conto di quanto stabilito dal comma 93 del medesimo articolo 1 L. n. 311/2004 ove nel disciplinare l'obbligo di rideterminazione delle dotazioni organiche nei confronti delle amministrazioni statali e di altri enti pubblici mediante una riduzione del 5 per cento della spesa complessiva relativa al numero dei posti di organico- per le autonomie locali Ŕ fatto rinvio ai suindicati DPCM, di cui al citato comma 98, riguardo l'ambito di applicazione e la fissazione dei criteri con i quali operare le riduzioni delle relative dotazioni organiche. In ordine a quanto sopra esposto si invia la presente per conoscenza, in attesa di eventuale riscontro, ai Ministeri in indirizzo. IL DIRETTORE DELL'UFFICIO Francesco VERBARO ......