PROGETTAZIONI: ILLEGITTIME LE SOCIETA' MISTE



(continua a leggere)


RITARDATO PAGAMENTO ONERI CONCESSORI



































































































R E P U B B L I C A I T A L I A N A R E P U B B L I C A    I T A L I A N A N.  410  Reg.Ric. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Anno    2002 IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER L’EMILIA-ROMAGNA   N.   288 Reg.Sent. SEZIONE DI PARMA Anno   2005     composto dai Signori: Dott.   Gaetano    Cicciò                            Presidente Dott.   Umberto    Giovannini                     Consigliere Dott.   Italo          Caso                             Consigliere   Rel. Est. ha pronunciato la seguente SENTENZA sul ricorso n. 410 del 2002 proposto dal Collegio dei Periti industriali e dei Periti industriali laureati della Provincia di Parma, in persona del legale rappresentante p.t. Armando Fattori, difeso e rappresentato dall’avv. Giancarla Pietralunga e presso la stessa elettivamente domiciliato in Parma, strada al Ponte Caprazucca n. 5; contro il Comune di Fidenza, in persona del Sindaco p.t., rappresentato e difeso dall’avv. Massimo Rutigliano e presso lo stesso elettivamente domiciliato in Parma, borgo S. Brigida n. 1; e nei confronti del Comune di Busseto, del Comune di Fontanellato, del Comune di Fontevivo, del Comune di Polesine Parmense, del Comune di Roccabianca, del Comune di San Secondo Parmense, del Comune di Zibello, di S.T.I. S.p.A. e A.I. Erre Engineering S.r.l., non costituiti in giudizio; nonché – limitatamente ai “motivi aggiunti” – di TE.AM S.r.l., non costituita in giudizio; per l’annullamento del “bando di selezione pubblica di candidati per l’individuazione di uno o più partner privati di una costituenda società mista a responsabilità limitata per lo svolgimento delle attività di progettazione e per la realizzazione e gestione dei servizi informativi territoriali e gestionali e di quelli telematici” (pubblicato dal Comune di Fidenza anche per conto dei Comuni di Busseto, Fontanellato, Fontevivo, Polesine Parmense, Roccabianca, San Secondo Parmense e Zibello), dei verbali della Conferenza di servizi del 12 e del 19 ottobre 2001, della determinazione dirigenziale del Comune di Fidenza n. 32 del 23 ottobre 2001, dei verbali della Conferenza di servizi del 16 aprile 2002 e dell’11 giugno 2002, dell’atto del Comune di Fidenza in data 3 maggio 2002, della deliberazione consiliare n. 53 del 2 luglio 2002 (con cui il Comune di Fidenza, in esito alla gara, individuava in S.T.I. S.p.A. e A.I. Erre Engineering S.r.l. i soggetti privati prescelti per la costituzione della società mista e approvava gli atti costitutivi della stessa), della deliberazione consiliare del Comune di Fontevivo n. 33 del 24 giugno 2002, e di tutti gli atti antecedenti e successivi; nonché – in quanto impugnate con “motivi aggiunti” – delle determinazioni dirigenziali del Comune di Fidenza n. 18 del 18 febbraio 2004 e n. 37 dell’11 marzo 2004. Visto il ricorso con i relativi allegati; Visto l’atto di costituzione in giudizio del Comune di Fidenza; Visti i “motivi aggiunti” depositati il 3 novembre 2004; Visti gli atti tutti della causa; Nominato relatore il dott. Italo Caso; Uditi alla pubblica udienza del 3 maggio 2005 l’avv. Pietralunga per il ricorrente e l’avv. Rutigliano per il Comune di Fidenza. Ritenuto e considerato in fatto e in diritto quanto segue: F A T T O Riferisce il ricorrente che i Comuni di Fidenza, Busseto, Fontanellato, Fontevivo, Polesine Parmense, Roccabianca, San Secondo Parmense e Zibello concordavano di costituire – tra loro e con la partecipazione......