QUADRO EO DELLA DMA: INIBITO L'UTILIZZO



(continua a leggere)


RITARDO NEI RIMBORSI IVA PER SERVIZI ESTERNALIZZATI



































































































INPDAP INPDAP DIREZIONE CENTRALE ENTRATE - UFF II Roma, 12-11-2007 Ai Dirigenti Generali Compartimentali LORO SEDI Ai Dirigenti delle Sedi Provinciali LORO SEDI Alle SEDI I.N.P.D.A.P e per loro tramite agli Enti iscritti Nota Operativa n. 9 Oggetto: Termine proroga invio DMA con quadri E0 per periodi precedenti il mese corrente. La Legge 326 del novembre 2003, articolo 434, comma 9, ha disposto l'obbligo per tutti i sostituti d'imposta di comunicare agli Enti previdenziali, con cadenza mensile, per via telematica i flussi dei dati anagrafici, retributivi e contributivi relativi ai propri dipendenti a partire dal 1 gennaio 2005. L'INPDAP, con Circolare 59/2004 ha indicato alle proprie Amministrazioni iscritte le modalità di trasmissione dei dati tramite il modello DMA utilizzando il canale Entratel. Sostanzialmente, all'interno della DMA, la comunicazione di dati relativi al periodo corrente deve avvenire mediante la compilazione del quadro E0, mentre quella dei dati pregressi, sia non denunciati che da variare, mediante il quadro V1. Con nota del 15/2/2005 l'Istituto ha prorogato il termine d'inizio della trasmissione dei dati al mese di maggio 2005 e consentito alle Amministrazioni di utilizzare per i mesi anteriori (dal 1° gennaio 2005) il quadro E0 della DMA anziché il quadro V1, in deroga a quanto disposto dalla citata circolare. Ciò ha permesso alle Amministrazioni di inviare dichiarazioni riguardanti anche interi anni utilizzando il suddetto quadro E0. Poiché mantenere più a lungo tale possibilità comprometterebbe l'ordinata gestione delle DMA, con l'invio all'Istituto di denunce in ordine cronologico non strettamente sequenziale, si comunica che dal mese di gennaio 2008 sarà inibita la ricezione da parte dell'Agenzia delle Entrate (Entratel) delle DMA contenenti quadri E0 relativi a periodi precedenti a quello corrente. Tali disposizioni non si applicano agli Enti amministrati dalla S.P.T. del M.E.F. IL DIRIGENTE GENERALE (Dr. Stefano Ugo QUARANTA) ......