RESPONSABILITA' IN MATERIA DI COMMERCIO: VIETATA AL RESPONSABILE DELLA PM



(continua a leggere)


INCOMPETENTI GLI AMMINISTRATORI IN MATERIA DI PROCEDIMENTO DISCIPLINARE



































































































REPUBBLICA ITALIANA REPUBBLICA ITALIANA N.2412/2005 IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Reg. Sent. IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER LA PUGLIA N. 3101/1995 Sede di Bari Sezione Seconda Reg. Ric. ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso n. 3101 del 1995 proposto da Lo Russo Antonio rappresentato e difeso dagli Avv.ti Gennaro Notarnicola e Matteo Lombardi, presso lo studio legale del primo elettivamente domiciliato in Bari alla via De Rossi n. 16; contro Comune di Monte Sant’Angelo, in persona del Sindaco pro-tempore, rappresentato e difeso dall’Avv. Michele Lombardi, presso il cui studio legale è elettivamente domiciliato in Bari alla via Trevisani n. 106 (studio legale Francesco Paglione); e nei confronti dei sigg.ri Rinaldi Matteo e Piemontesi Matteo, non costituiti in giudizio; per  l'annullamento della delibera consiliare del 28.06.1985 n. 58 di rideterminazione della pianta organica comunale, delle successive delibere di G.M. del 31.10.1995 n. 989 d’inquadramento del Lo Russo nell’VIII qualifica, quale responsabile del settore “attività socio-culturali”; nonché dei provvedimenti d’attribuzione di responsabilità a Matteo Piemontesi e Matteo Rinaldi, rispettivamente del settore “Vigilanza” e del settore “Attività produttive”. Visto il ricorso con i relativi allegati; Visto l'atto di costituzione in giudizio del Comune di Monte Sant’Angelo; Viste le memorie prodotte dalle parti a sostegno delle rispettive difese; Visti gli atti tutti della causa; Relatore alla pubblica udienza del 05.05.2005 il Cons. Pietro Morea e uditi, altresì, l’Avv. C. Tangeri in sostituzione dell’Avv. Gennaro Notarnicola per il ricorrente e l’Avv. Ritrovato in sostituzione dell’Avv. Michele Lombardi per l’Amministrazione resistente; Ritenuto in fatto e considerato in diritto quanto segue. F A T T O Con atto notificato il 07.12.1995 il dott. Antonio Lo Russo, nominato “Dirigente Capo Annona” del Comune di Monte Sant’Angelo a seguito di pubblico concorso bandito nel 1981, ha impugnato la delibera consiliare del 30.06.1995 n. 58 di rideterminazione della pianta organica, la successiva delibera di G.M. del 31.10.1995 n. 989 del di lui inquadramento nell’VIII livello quale responsabile del settore “Attività socio-culturali”; nonché i provvedimenti d’attribuzione di responsabilità ai sigg. Matteo Piemontesi e Matteo Rinaldi, rispettivamente del settore “Vigilanza” e del settore “Attività produttive”. Precisa che nella rideterminazione della pianta organica, per quel che qui riguarda, il IV settore “Attività socio-culturali” è stato affidato alla responsabilità dell’istante, privo di ogni competenza al riguardo; il V settore riguardante la materia Annona–Polizia, e parte del Commercio (già di spettanza dell’istante per un periodo ultradecennale) è stato affidato alla responsabilità del Comandante dei vigili urbani; il VI settore “Attività produttive” (agricoltura, foresta e residua parte del commercio) ad altro dirigente, laureato in scienze agrarie. Deduce i seguenti vizi: 1) Violazione dell’art. 3 L. 24.12.1993 n. 537 e degli artt. 30 e 31 D.L.vo 03.02.1993 n. 29. Eccesso di potere per carente istrutt......