REVISORI: TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA RELAZIONE



(continua a leggere)


PUBBLICITA': VIETATO NEGARE AUTORIZZAZIONI SENZA UN TERMINE PREFISSATO



































































































Delibera n Delibera n. 10/2006 Repubblica italiana La Corte dei Conti in Sezione Regionale di Controllo per l'Abruzzo Nell'adunanza del 22 maggio 2006, composta dai magistrati: Presidente Mario GIAQUINTO Consigliere Lucilla VALENTE Consigliere Roberto MILANESCHI Consigliere Alfredo GRASSELLI visto il t.u. delle leggi sulla Corte dei conti, approvato con r.d. 12 luglio 1934 n. 1214; vista la legge 14 gennaio 1994 n. 20, nel testo integrato dalla successiva legge 20 dicembre 1996 n. 639; visto il regolamento 16 giugno 2000, e successive modificazioni, recante "Organizzazione delle funzioni di controllo della Corte dei conti"; vista la legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3; vista la legge 5 giugno 2003, n. 131, recante "Disposizioni per l'adeguamento dell'ordinamento della Repubblica alla legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3"; viste le proprie deliberazioni n. 11 del 21 ottobre 2003, n. 3 del 14 marzo 2005, e n. 13 del 13 dicembre 2005; visto l'art. 1, commi 166, 167 e 168 della legge 23 dicembre 2005, n. 266 (legge finanziaria 2006); visto il decreto presidenziale n. 1 del 13 marzo 2006; vista la deliberazione n. 6 del 27 aprile 2006 della Sezione delle Autonomie della Corte dei conti, relativa all'approvazione delle "Linee guida per l'attuazione dell'art. 1, commi 166 e 167, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 (legge finanziaria 2006), per gli organi di revisione economico-finanziaria degli enti locali"; vista la nota del Presidente della Corte dei conti prot. n. 415/Pres. del 5 maggio 2006, con la quale, tra l'altro, s'invitano le Sezioni regionali di controllo a comunicare a tutti gli enti locali la richiamata deliberazione, affinché ne siano interessati, anche formalmente, i rispetti organi di revisione economico-finanziaria, ed a fissare, nel contempo, il termine entro il quale la relazione sul preventivo 2006 dovrà pervenire alla Sezione regionale di controllo; viste le ordinanze nn. 10 e 11/2006 in data 4 e 18 maggio 2006, con le quali il Presidente della Sezione regionale di controllo per l'Abruzzo ha convocato la Sezione medesima; udito il relatore consigliere Alfredo Grasselli; Ritenuto che Scopo essenziale delle relazioni di cui al comma 166 dell'art. 1 della legge finanziaria per il 2006 è quello di far emergere eventuali gravi irregolarità contabili, o il profilarsi di situazioni di rischio per il mantenimento degli equilibri di bilancio, che la Sezione regionale dovrà valutare per una specifica segnalazione al Consiglio comunale ai fini di un intervento correttivo. A tal proposito è di tutta evidenza che le pronunce della Corte - e, quindi, le presupposte relazioni degli organi di revisione - dovranno intervenire in tempi ravvicinati, per essere utili in vista dell'adozione di misure correttive, in tanto possibili in quanto l'azione amministrativo-contabile non si sia completamente esaurita. Ad integrazione delle linee guida adottate dalla Sezione delle Autonomie della Corte dei conti con del. n. 6/2006, si rende necessario, quindi, stabilire un termine ragionevole per la definizione dell'adempimento de quo. Detto termine può essere fissato al 30 giugno 2006, considerata la proroga al 31 maggio del termine ultimo per l'approvazione del bilancio, disposta dall'art. 1 del D.M.I. 27 marzo 2006 (G.U. 30 marzo 2006, n. 75). Quanto alle modalità di comunicazione agli enti locali ed ai revisori dei conti delle linee guida in discorso, posto che l'invio agli organi di revisione deve essere effettuato per il tramite dell'ente, per quanto riguarda l'individuazione concreta dei referenti, le note e i relativi allegati dovranno essere inviati per conoscenza al Sindaco ed al Presidente della Provincia, e per gli adempimenti correlati al Segretario comunale o provinciale, in quanto qualificata figura professionale presente in tutti gli enti locali, in grado di garantire l'assolvimento di importanti adempimenti istituzionali anche da parte dei comuni di più modeste dimensioni, numerosi in Abruzzo. Circa le modalità operative della trasmissione, deve essere privilegiato il sistema di posta elettronica, considerata la necessità di assicurare speditezza ed economicità nei rapporti con una vasta platea di enti e nella gestione di una notevole massa di documenti, in sintonia anche con le indicazioni legislative e di politica amministrativa in materia di amministrazione digitale. Tanto premesso DELIBERA Il termine ultimo per l'invio a questa Sezione regionale di controllo da parte degli organi di revisione degli enti locali della relazione al bilancio di previsione per il 2006 prevista dall'art. 1, comma 166 della legge 23 dicembre 2005, n. 266 (finanziaria 2006), è fissato al 30 giugno 2006. Dà mandato al consigliere relatore affinché, con l'ausilio del Servizio di Supporto della Sezione, curi l'invio a tutti gli enti locali nella regione Abruzzo - con le modalità sopra descritte - della presente deliberazione, unitamente alla deliberazione n. 6/2006 della Sezione delle Autonomie e agli allegati a questa, concernenti le linee guida e i modelli di relazione-questionari. Così deliberato all'Aquila, nella camera di consiglio del 22 maggio 2006. L'Estensore Il Presidente (f.to Alfredo Grasselli) (f.to Mario Giaquinto) Depositata in segreteria il giorno 30 maggio 2006 Il Direttore della Segreteria (f.to Alfonsino Mosca) Corte dei Conti Sezione Regionale di Controllo per la Toscana Firenze, 8 maggio 2006 Ai Presidenti delle Province della Regione Toscana LORO SEDI Ai Sindaci dei Comuni della Regione Toscana LORO SEDI e, p.c. Al Consiglio delle autonomie della Regione Toscana Piazza S. Lorenzo, 5 FIRENZE All'Ordine dei dottori commercialisti della Regione Toscana Via F. Bartolomei, 8 FIRENZE All'ANCREL Sede nazionale Via Belfiore, 1 BOLOGNA Prot. n. 747 Oggetto: termini per l'invio delle relazioni di cui ai commi 166 e ss. L.F. 2006. Con deliberazione del 27/4/2006 la Sezione delle autonomie della Corte dei conti ha unitariamente approvato i criteri e le linee guida per la predisposizione delle relazioni che gli organi di revisione di codesti Enti sono tenuti a trasmettere a questa Sezione ai sensi dei commi 166 e ss. dell'art. 1 della L.F. 2006. Le linee guida riguardano i bilanci preventivi e sono consultabili nel sito web della Corte dei conti. E' allo studio la possibilità di ottenerne la pubblicazione in G.U. Nel pregare le SS.LL. di fare avere il materiale allegato ai rispettivi organi di revisione, si prega di comunicare agli stessi che questa Sezione, ai fini di un più ordinato afflusso dei dati (da trasmettere per ora anche in via cartacea, oltre che per posta elettronica) intende fissare differenziatamente i seguenti termini per l'invio delle relazioni: a) Province e Comuni capoluogo, ovvero con popolazione superiore ai 60.000 abitanti: entro 15 gg. dal termine fissato per l'approvazione del bilancio; b) altri Comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti: entro 30 gg. dal termine fissato per l'approvazione del bilancio; c) Comuni dimensionalmente inferiori ai 5.000 abitanti: entro 40 gg. dal termine fissato per l'approvazione del bilancio. Il Presidente della Sezione f.to Francesco Battini Corte dei Conti Sezione Regionale di Controllo per la Regione Marche Agli organi di revisione economico-finanziario presso i Comuni e le Province della Regione Marche per il tramite dei Sindaci e dei Presidenti delle Province della Regione Marche Prot. n. 533/Sez.C-Enti Loc. sup a 5000 del 17 maggio 2006 Oggetto: adempimenti di cui alla legge finanziaria 2006. Si trasmette in allegato lo schema approvato dalla Sezione delle Autonomie con deliberazione n. 6 del 28 aprile 2006, sulla cui base gli organi di revisione economico-finanziaria degli Enti locali sono invitati a trasmettere a questa Sezione regionale la relazione sul bilancio di previsione prevista dall'art. 1, comma 166, della legge 23 dicembre 2005, n. 266. Lo schema (disponibile anche sul sito www.corteconti.it) contiene, ai sensi del successivo comma 167, la definizione unitaria delle linee guida in tema di rispetto degli obiettivi del patto di stabilità interno, dei vincoli all'indebitamento e delle misure correttive in presenza di gravi irregolarità contabili e finanziarie. Si segnala l'esigenza che il questionario sia restituito a questa Sezione entro 20 giorni dal termine previsto per la deliberazione del bilancio di previsione per l'anno 2006 da parte degli Enti locali (termine come noto, differito al 31 maggio 2006 con decreto del Ministro dell'interno in data 27 marzo 2006). In caso di non intervenuta approvazione, gli organi di revisione dovranno procedere senza indugio agli adempimenti a loro carico, dandone comunicazione a questa Sezione. Si comunica che, per motivi di celerità, la presente viene inviata utilizzando gli indirizzi di posta elettronica già disponibili presso questa Sezione; si pregano pertanto gli organi di revisione di dare assicurazione dell'avvenuta regolare ricezione. Nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 9,30 alle ore 12,30, per ogni opportuno chiarimento o comunicazione, è possibile contattare i funzionari dott.ssa Cristina Agostinelli (tel. 071-5016254, e-mail cristina.agostinelli@corteconti.it e dott.ssa Lucia Madonna (tel. 071-5016223, e-mail lucia.madonna@corteconti.it). Per comunicazioni, nei casi di assenza dei predetti funzionari, è possibile contattare le sig.re Gilberta Giuliodori (tel. 071-5016209) e Simonetta Mazzieri (tel. 071-5016232). Per eventuali problemi tecnici di tipo informatico/telematico si indica il nominativo del referente informatico sig. Mauro Belvederesi (tel. 071-5016226). Si ringrazia per la collaborazione. Il Presidente Giuseppe Ranucci   ......