RIFORMA TUEL: IL GOVERNO HA APPROVATO LO SCHEMA DI D.LGS.



(continua a leggere)


ACCORDO IN MATERIA DI ASSUNZIONI



































































































DECRETO LEGISLATIVO DECRETO LEGISLATIVO Individuazione delle funzioni fondamentali e adeguamento dell’ordinamento degli enti locali alle disposizioni della legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3, a norma dell’articolo 2 della legge 5 giugno 2003, n. 131. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli articoli 76 e 87, quinto comma, della Costituzione: Visto l’articolo 2 della legge 5 giugno 2003, n. 131 recante delega al Governo per l’attuazione dell’articolo 117, secondo comma, lettera p), della Costituzione e per l’adeguamento delle disposizioni in materia di enti locali alla legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3; Visto l’articolo 1, comma 2, della legge 28 maggio 2004, n. 140 di conversione del decreto legge 29 marzo 2004, n. 80, e l’articolo 5 della legge 27 dicembre 2004, n. 306 di conversione del decreto-legge 9novembre 2004, n. 266; Viste le preliminari deliberazioni del Consiglio dei Ministri, adottate nelle riunioni del ……… e del ………; Acquisiti i pareri della Conferenza unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, espressi nelle sedute del . e del. ………; Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso dalla sezione consultiva per gli atti normativi Nell’adunanza del ...; Acquisiti i pareri delle competenti Commissioni della Camera dei deputati espressi nella seduta del... e del Senato della Repubblica, espressi nella seduta del…….; Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del . ; Sulla proposta del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro per gli affari regionali, con il Ministro per le riforme istituzionali e la devoluzione e con il Ministro dell’economia e delle finanze; EMANA il seguente decreto legislativo   CAPO I Modifiche alla Parte I del testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali- Ordinamento istituzionale Articolo 1 (Oggetto e ambito di applicazione) 1. All’articolo 1 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, recante il Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, di seguito denominato “testo unico” sono apportate le seguenti modifiche: a) il comma 1 è sostituito dal seguente: “1. Il presente testo unico contiene disposizioni in materia di legislazione elettorale, di organi di governo e di funzioni fondamentali di comuni, province e città metropolitane, nonché disposizioni e principi generali a garanzia dell’autonomia degli enti locali ai sensi dell’articolo 114 della Costituzione, nel rispetto dell’unità dell’ordinamento della Repubblica.”; b) il comma 3 è abrogato; c) il comma 4 è sostituito dal seguente: “4. Le leggi statali non possono introdurre deroghe al presente testo unico se non mediante espressa modificazione delle sue disposizioni.” 2. Al comma 2 dell’articolo 2 del testo unico, le parole: “di quelli che gestiscono attività aventi rilevanza economica ed imprenditoriale e” sono soppresse.   Articolo 2 (Autonomia degli enti territoriali) 1. All’articolo 3 del testo unico sono apportate le seguenti modifiche: a) la rubrica è sostituita dalla seguente: “(Autonomia dei comuni, delle province e delle città metropolitane)”; b) il comma 1 è sostituito dal seguente: “1. I comuni, le province e le città metropolitane sono enti autonomi, ai sensi degli articoli 114, 117, 118 e 119 della Costituzione e rappresentano le rispettive comunità, ne curano gli interessi e ne promuovono lo sviluppo”; c) i commi 2, 3, 4 e 5 sono abrogati. 2. Gli articoli 4 e 5 del testo unico sono abrogati. 3. All’articolo 6 del testo unico sono apportate le seguenti modifiche: a) la rubrica è sostituita dalla seguente: “Statuti comunali, provinciali e metropolitanI”; b) il comma 1 è sostituito dal seguente: “1. I comuni, le province e le città metropolitane esercitano la potestà statutaria prevista dall’articolo 114 della Costituzione, nel rispetto delle disposizioni contenute nell’articolo 4 della legge 5 giugno 2003, n. 131”..; c) i commi 2 e 3 sono abrogati; d) il comma 4 è sostituito dal seguente: “4. Gli statuti e le relative modifiche sono deliberati dai rispettivi consigli con il voto favorevole dei due terzi dei consiglieri assegnati. Qualora tale maggioranza non venga raggiunta, la votazione è ripetuta in successive sedute da tenersi entro trenta giorni. Lo statuto e le relative modifiche sono approvati se ottengono per due volte il voto favorevole della maggioranza assoluta dei consiglieri assegnati, computando a tale fine anche la votazione espressa nella prima seduta.”; e) il comma 5 è sostituito dal seguente: “5. Lo statuto è pubblicato nel bollettino ufficiale della regione, affisso all’albo pretorio dell’ente per quindici giorni consecutivi ed inviato al Ministero dell’interno per essere inserito nella raccolta ufficiale degli statuti. Lo statuto entra in vigore decorsi quindici giorni dalla sua affissione all’albo pretorio dell’ente. Lo statuto può prevedere ulteriori forme di pubblicazione, anche in via informatica.”; f) il comma 6 è sostituito dal seguente: “6. Il Ministero dell’interno, oltre alla raccolta e alla conservazione degli statuti, cura anche adeguate forme di pubblicità degli stessi”. 4. L’articolo 7 del testo unico è sostituito dal seguente: “Art. 7 Regolamenti 1. I comuni, le province e le città metropolitane esercitano la potestà regolamentare prevista dall’articolo 117, comma 6, della Costituzione, nel rispetto delle disposizioni contenute nell’articolo 4 della legge n. 131 del 2003”. 5. All’articolo 7-bis del testo unico sono apportate le seguenti modifiche: a) al comma 1 le parole “e provinciali” sono sostituite dalle seguenti:”,provinciali e delle città metropolitane”; b) al comma 1-bis, le parole: “e dal presidente della provincia” sono sostituite dalle seguenti :”, del presidente della provincia e dal sindaco metropolitano” Articolo 3 (Partecipazione popolare, azione popolare e delle associazioni di protezione ambientale, diritto di accesso e di informazione, sistemi informativi e statisti......