RILASCIO ELENCHI ANAGRAFICI AI CONSIGLIERI COMUNALI



(continua a leggere)


INDENNITA’ DI FINE MANDATO DEI SINDACI



































































































QUESITO DEL 19/05/2004 QUESITO DEL 19/05/2004 INFORMAZIONI CIRCA RILASCIO ELENCHI ANAGRAFICI IN FAVORE DI CONSIGLIERI COMUNALI E FIDUCIARI. OGGETTO: Comune di Pergine. Quesito del 10.5.2004. Rilascio dati in favore di consiglieri comunali e fiduciari frazionari. L’art. 34 del D.P.R. 30.5.1989, n. 223, consente il rilascio, anche periodico, di elenchi degli iscritti nell’anagrafe della popolazione residente alle amministrazioni pubbliche che ne facciano richiesta per esclusivo uso di pubblica utilità. Il successivo art. 37 fa divieto, alle persone estranee all’ufficio di anagrafe, di accedere allo stesso, nonché di consultare direttamente gli atti anagrafici, escludendo, tuttavia, da detto divieto, le persone appositamente incaricate dall’autorità giudiziaria, gli appartenenti alle forze dell’ordine ed al corpo di guardia di finanza che ne facciano apposita richiesta. Gli stessi soggetti possono essere anche autorizzati dal Comune a collegarsi, tramite terminale, alle anagrafi dotate di elaboratori elettronici. La Legge n. 63 del 17.3.1993, all’art. 2, estende, altresì, la possibilità di attivazione dei collegamenti telematici con gli uffici anagrafici comunali a tutti gli organismi che esercitano attività di prelievo contributivo e fiscale, che erogano servizi di pubblica utilità o preposti all’informazione statistica pubblica, con l’osservanza dei principi di cui al D.P.C.M. 5.5.1994. In particolare, l’art. 4, comma 3, del D.P.C.M. citato, dispone che “i dati oggetti di scambio, devono rispondere alle esigenze degli adempimenti istituzionali dei singoli organismi e vengono definiti con provvedimenti degli organismi interessati…”. Alla luce della normativa suddetta e delle disposizioni dettate a tutela della riservatezza dei dati emanate con D.L.vo 30.6.2003 n. 196, fermo restando le previsioni statutarie e regolamentari – si ritiene, anche in coerenza con il provvedimento del Garante del 12.2.2004, che la richiesta di accesso di cui all’oggetto possa essere soddisfatta di volta in volta, esclusivamente con il rilascio di elenchi e di supporti magnetici, a condizione che i dati anagrafici vengano resi anonimi ed aggregati per fini statistici e di ricerca. Inoltre, si richiama l’attenzione sulle circolari M.I.A.C.E.L. n. 1 (88) del 21.1.1988 e M.I.D.C.S.D. n. 3 (2002) del 25.2.2002. IL DIRIGENTE DELL’AREA ANAGRAFE (Vice Prefetto Castaldo)         ......