SOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE: PUO' INTERVENIRE L'AUTORITA'



(continua a leggere)


TRASFERIMENTI PER PERDITE ICI FABBRICATI CAT. D



































































































Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture     REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO PER LA SOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE AI SENSI DELL’ART. 6, COMMA 7, LETTERA N) DEL DECRETO LEGISLATIVO 12 APRILE 2006 N. 163.     Art. 1   ( Oggetto )   1.       Il presente regolamento disciplina la procedura per la soluzione delle controversie di cui all’art. 6, comma 7, lettera n) del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163.     Art. 2   ( Soggetti richiedenti )   1.       La stazione appaltante, una parte interessata ovvero più parti interessate possono, singolarmente o congiuntamente, rivolgere all’Autorità istanza di parere per la formulazione di una ipotesi di soluzione della questione insorta durante lo svolgimento delle procedure di gara degli appalti pubblici di lavori, servizi e forniture.   2.       A pena di improcedibilità, l’istanza deve essere sottoscritta dalla persona fisica legittimata ad esprimere all’esterno la volontà del soggetto richiedente.     Art. 3   ( Presentazione e contenuti dell’istanza )   1.       L’istanza, da inoltrare secondo il modello presente sul sito dell’Autorità, può essere trasmessa tramite: -raccomandata del servizio postale; - fax; - per posta elettronica certificata ai sensi della normativa vigente.   2.       L’istanza deve obbligatoriamente contenere le seguenti informazioni: - intestazione riportante la seguente dicitura “istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del d. Lgs. n. 163/2006”; - indicazione del/i soggetto/i richiedente/i; - eventuali soggetti controinteressati; - rappresentare l’eventuale pendenza, per la fattispecie in esame, di un ricorso innanzi all'autorità giudiziaria; - oggetto della gara ed importo a base d’asta; - compiuta e succinta descrizione della fattispecie cui attiene la controversia, con allegazione della documentazione di riferimento; - sintetica rappresentazione delle rispettive posizioni delle parti; - eventuale richiesta di audizione.   3.       Quando l’istanza è formulata dalla stazione appaltante, la stessa deve contenere l’impegno della medesima a non porre in essere atti pregiudizievoli ai fini della......