SPESE POSTALI PER ELEZIONI AMMINISTRATIVE



(continua a leggere)


Ulteriori chiarimenti in materia di TFR per i dipendenti pubblici



































































































Circolare F Circolare F.L. 15/2003 Testo della circolare AI SIGG. PREFETTI DELLA REPUBBLICA LORO SEDI (esclusi quelli della Sicilia e delle province di Ferrara, Forlì, Gorizia, Imperia, Isernia, La Spezia, Livorno, Matera, Pistoia, Pordenone, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Savona, Siena, Terni, Trieste, Udine, Verbano Cusio Ossola) OGGETTO: elezioni amministrative del 25 maggio 2003. Disciplina delle spese postali. Circolare telegrafica F.L. n. 15/2003 Dipartimento per gli affari interni e territoriali Direzione centrale della finanza locale. Secondo le disposizioni della Legge 23 aprile 1976, n. 136, in occasione delle elezioni amministrative del 25 maggio 2003 occorre, fra l'altro, provvedere, con imputazione a carico dello Stato, alle spese per la spedizione delle cartoline avviso agli elettori residenti all'estero ed alle spese per la spedizione delle tessere elettorali agli elettori residenti fuori dal comune. A tal fine la Societa' Poste Italiane, accogliendo la richiesta di questo Ministero, ha diramato alle proprie filiali, con circolare n. 4939 dell'8 aprile u.s., le istruzioni per consentire le facilitazioni di pagamento delle tasse postali occorrenti per l'organizzazione e l'attuazione delle citate consultazioni. Le predette istruzioni dispongono che la corrispondenza di seguito elencata "sia accettata senza il pagamento delle relative tasse con la seguente legenda, stato servizio elettorale - elezioni amministrative 25 maggio 2003: 1) le cartoline con le quali si da' avviso agli elettori residenti all'estero della data della consultazione. Tali cartoline saranno spedite, da parte dei comuni, per posta prioritaria sia per i paesi europei, che per quelli extraeuropei; 2) i plichi contenenti le tessere elettorali agli elettori residenti fuori dal comune. Al pagamento delle spese relative provvederanno direttamente gli Uffici territoriali del Governo con imputazione ai fondi che saranno all'uopo accreditati dal Ministero dell'Interno. Al riguardo, si dispone che per la spedizione di tali invii presso il servizio amministrazione dei locali centri ripartizione e partenza (C.R.P.) venga acceso apposito conto di credito ordinario intestato al locale Ufficio Territoriale del Governo, con tenuta del registro partitario mod. 124 avente la dicitura, tasse postali - elezioni amministrative del 25 maggio 2003, su cui vanno registrate le spedizioni effettuate nel corso delle consultazioni. Resta inteso che gli invii di cui trattasi dovranno essere affrancati dagli uffici accettanti con impronta di macchina affrancatrice o con francobolli. I relativi modelli 105, a fine consultazione, dovranno essere chiusi aumentando l'importo dell'affrancatura della provvigione dovuta (15%) e trasmessi al servizio amministrazione del competente CRP, che provvedera' all'inserimento dei consumi in pagina web. A fine mese il servizio amministrazione del CRP effettuera' la stampa riepilogativa delle spedizioni (riepilogo per conto contrattuale ex 125) corredata dei 105 da inviare al locale ufficio territoriale del governo, che provvedera' direttamente al rimborso delle spese medesime, versando l'importo relativo ad ogni singolo CRP sul c/c intestato a, CRP……. gestione anticipi e depositi. Le corrispondenze diverse da quelle sopra indicate saranno accettate secondo le consuete modalita' e le relative tasse dovranno essere addebitate alle autorita' mittenti, in base alle vigenti tariffe." Il Direttore Centrale Dacco'. Roma, lì 17 Aprile 2003 ......