TAGLIO AI TRASFERIMENTI: NO DEL CONSIGLIO DI STATO



(continua a leggere)


ABUSO EDILIZIO: COMPETENZE DELLA GIUNTA



































































































REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale   Registro Ordinanza:/ 2160/08 Registro Generale:2493/2008   Sezione Sesta   composto dai Signori: Pres. Giuseppe Barbagallo Cons. Luciano Barra Caracciolo  Cons. Aldo Scola Est.  Cons. Francesco Bellomo   Cons. Manfredo Atzeni  ha pronunciato la presente ORDINANZA   nella Camera di Consiglio del 22 Aprile 2008 .   Visto l'art.21, u.c., della legge 6 dicembre 1971, n. 1034, come modificato dalla legge 21 luglio 2000, n. 205;   Visto l'appello proposto da:   MINISTERO DELL'INTERNO   MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE rappresentato e difeso da:    AVVOCATURA GEN. STATO con domicilio  in Roma VIA DEI PORTOGHESI 12   contro ARCIVENETO (ASSOCIAZIONE REGIONALE COMUNI DEL VENETO) rappresentato e difeso da: Avv.  LUIGI MANZI Avv.  STEFANO BIGOLARO Avv.  UMBERTO SANTI e Avv.  VITTORIO DOMENICHELLI con domicilio  eletto in Roma VIA CONFALONIERI, 5   COMUNE DI AGUGLIARO non costituitosi;   per l'annullamento dell'ordinanza del TAR  VENETO  -  VENEZIA  :Sezione  I   n. 71/2008  , resa tra le parti, concernente RIDUZIONE  IN MISURA  PROPORZIONALE  DEL  CONTRIBUTO  ORDINARIO  ANNO  2007 ; Visti gli atti e documenti depositati con l'appello; Vista l'ordinanza di accoglimento della domanda cautelare proposta in primo grado; Visto l'atto di costituzione in giudizio di:   ARCIVENETO (ASSOCIAZIONE REGIONALE COMUNI DEL VENETO)   Udito il relatore Cons. Aldo Scola e uditi, altresì, per le parti l’avv. dello Stato Palatiello, l’avv. Domenichelli, l’avv. Bigolaro, l’avv. Santi e l’avv. Manzi;   Ritenuto che, allo stato, ad una prima e sommaria delibazione (tipica di questa fase), nel ricorso introduttivo e nell’appello cautelare non si ravvisano profili di censura idonei a far agevolmente venir meno il fondamento dell’impugnata ordinanza (condivisibilmente motivata dai primi giudici), che va quindi confermata in questa sede;   P.Q.M.     Respinge l'appello (Ricorso numero: 2493/2008 ).   La presente ordinanza sarà eseguita dalla Amministrazione ed è depositata presso la segreteria della Sezione, che provvederà a darne comunicazione alle parti.   Roma, 22 Aprile 2008   L'ESTENSORE                                                                           ......