TERMINI DEPOSITO RELAZIONE REVISORI SUL RENDICONTO



(continua a leggere)


Diritto alle prestazioni dei residenti



































































































N N. 00251/2011 REG.PROV.COLL. N. 02149/2009 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia (Sezione Prima) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 2149 del 2009, proposto da: Filippo Boscia, Antonio Mancino, Caterina Giannoccaro, Marina Di Venere e Antonio Fortunato, rappresentati e difesi dall'avv. Giuseppe Macchione, con domicilio eletto in Bari, via Francesco Crispi n. 6; contro il Comune di Sammichele di Bari, rappresentato e difeso dall'avv. Tobia Renato Binetti, con domicilio eletto in Bari, via Amendola, n. 172/C; nei confronti di Vito Leonardo Spinelli, Maria Spinelli; per l'annullamento della deliberazione del Consiglio Comunale n. 36 del 15 ottobre 2009 (pubblicata all’albo comunale dal 5 al 20 novembre 2009) avente ad oggetto "Approvazione rendiconto di gestione anno 2008”; della deliberazione del Consiglio Comunale n. 37 del 15 ottobre 2009 (pubblicata all’albo comunale dal 5 al 20 novembre 2009) avente ad oggetto “Art. 193 del testo Unico n. 267/2000. Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e verifica di salvaguardia degli equilibri di bilancio. Esercizio Finanziario 2009. Provvedimento di ripiano del disavanzo di amministrazione risultante dal rendiconto di gestione 2008 approvato”; di tutti gli atti connessi presupposti e conseguenti, compresa, ove occorra, la deliberazione della Giunta Comunale n. 171 del 17 settembre 2009;   Visti il ricorso e i relativi allegati; Visto l'atto di costituzione in giudizio del Comune di Sammichele di Bari; Viste le memorie difensive; Visti tutti gli atti della causa; Relatore il consigliere Doris Durante; Uditi nell'udienza pubblica del giorno 1° dicembre 2010 per le parti i difensori avvocati Antonio L. Deramo per delega dell'avv. Giuseppe Macchione e Tobia Renato Binetti; Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.   FATTO e DIRITTO I ricorrenti, consiglieri di minoranza presso il Comune di Sammichele di Bari, costituiti nel gruppo consiliare “Insieme”, hanno impugnato la deliberazione di Consiglio Comunale n. 36 del 15 ottobre 2009 di approvazione del rendiconto di gestione dell’anno 2008 e la deliberazione di Consiglio Comunale n. 37 di pari data avente ad oggetto la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e verifica di salvaguardia degli equilibri di bilancio ai sensi dell’art. 193 del testo Unico n. 267/2000 ed il ripiano del disavanzo di amministrazione risultante dal rendiconto di gestione 2008. Avverso la deliberazione n. 36 del 2009 essi ricorrenti deducono il seguente articolato motivo: violazione dell’art. 85 del Regolamento di contabilità del comune di Sammichele di Bari, approvato con deliberazione di consiglio comunale n. 20 del 30 aprile 1997 anche in relazione all’art. 39 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale approvato con deliberazione del consiglio comunale n. 4 del 30 gennaio 2006; violazione dell’art. 227, secondo e quinto comma del d. lgv. 18 agosto 2000, n. 267; violazione dei principi generali in tema di diritti e prerogative dei consiglieri comunali; eccesso di potere per difetto di presupposto; ingiustizia manifesta, in quanto la relazione dei Revisori dei Conti non sarebbe stata messa a disposizione dei consiglieri comunali 20 giorni prima della deliberazione di approvazione del rendiconto di gestione. Avverso la deliberazione n. 37 del 2009, essi deducono l’illegittimità in via derivata per difetto di presupposto, nonché violazione dell’art. 228 del d. lgv. n. 267 del 2000; dei principi generali in tema di redazione del rendiconto di gestione e della circolare del Ministero dell’Interno n. F.L. 19/95 del 18 settembre 1995. Il Comune di Sammichele di Bari, costituitosi in giudizio, ha eccepito l’inammissibilità del ricorso e ne ha dedotto l’infondatezza nel merito. Questa sezione ha respinto l’istanza cautelare con ordinanza n. 41 del 14 gennaio 2010. Le parti hanno depositato memorie difensive e, alla pubblica udienza del 1°dicembre 2010, il ricorso è stato assegnato in decisione. Il ricorso è infondato nel merito, sicché si può prescindere dall’esame delle eccezioni in rito. I ricorrenti lamentano il mancato rispetto del termine previsto dall’art. 85 del Regolamento di contabilità vigente nel Comune di Sammichele di Bari, che prevede che la proposta del rendiconto di gestione debba essere messa a disposizione dei consiglieri comunali almeno venti giorni prima della seduta del consiglio comunale, in quanto la proposta messa a disposizione era priva della relazione dei revisori dei conti depositata solamente quattro giorni prima della seduta. La censura è infondata.