VIETATE LE COMPENSAZIONI TRA ONERI PRIMARI E SECONDARI



(continua a leggere)


ANCHE LE ONLUS POSSONO PARTECIPARE ALLE GARE



































































































Deliberazione n. 66/pareri/2008   REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA     composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua                                          Presidente dott. Antonio Caruso                                                 Consigliere dott. Giorgio Cancellieri                                                Consigliere dott. Giuliano Sala                                                     Consigliere dott. Giancarlo Penco                                                Consigliere dott. Giancarlo Astegiano                                         Referendario dott. Gianluca Braghò                          Referendario       (relatore) dott. Alessandra Olessina                                        Referendario dott. Massimo Valero                                             Referendario     nell’adunanza dell’11 settembre 2008   Visto il testo unico delle leggi sulla Corte dei conti, approvato con il regio decreto 12 luglio 1934, n. 1214, e successive modificazioni; Vista la legge 21 marzo 1953, n. 161; Vista la legge 14 gennaio 1994, n. 20; Vista la deliberazione delle Sezioni riunite della Corte dei conti n. 14/2000 del 16 giugno 2000, che ha approvato il regolamento per l’organizzazione delle funzioni di controllo della Corte dei conti, modificata con le deliberazioni delle Sezioni riunite n. 2 del 3 luglio 2003 e n. 1 del 17 dicembre 2004; Visto il decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 recante il Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali; Vista la legge 5 giugno 2003, n. 131; Vista la nota n. 40710 del 5 agosto 2008 con la quale il Vice Sindaco del Comune di Varese ha chiesto un parere in ordine alle modalità di riconoscimento dello scomputo degli oneri di urbanizzazione in favore dei proponenti la realizzazione di interventi edilizi ove è prevista l’esecuzione di opere di urbanizzazione a scomputo dei relativi oneri; Vista la deliberazione n. 1/pareri/2004 del 3 novembre 2004 con la quale la Sezione ha stabilito i criteri sul procedimento e sulla formulazione dei pareri previsti dall’art. 7, comma 8, della legge n. 131/2003; Vista l’ordinanza con la quale il Presidente ha convocato la Sezione per l’adunanza odierna per deliberare sulla richiesta del Vice Sindaco del Comune di Varese; Udito il relatore dott. Gianluca Braghò;     FATTO   Con nota n. 40710 del 5 agosto 2008 il Vice Sindaco del Comune di Varese ha richiesto un parere in relazione alle problematiche giuridiche afferenti le modalità di riconoscimento dello scomputo degli oneri di urbanizzazione in favore dei privati lottizzanti in virtù di convenzioni da sottoporre ai promotori di Piani Attuativi e Programmi Integrati d’Intervento ed in particolare se “risulti legittimo sotto il profilo contabile, il riconoscimento di uno scomputo globale e indifferenziato, indipendentemente dalla ascrivibilità delle opere realizzate alla categoria delle opere di urbanizzazione primaria o secondaria, sino alla concorrenza degli oneri di urbanizzazione complessivamente dovuti, siano essi a loro volta ascrivibili a contributo per opere di urbanizzazione primaria o secondaria”.