VIETATO IL RINNOVO DEI CONTRATTI DI LAVORI, FORNITURE E SERVIZI



(continua a leggere)


GARE: COMMISSARI INTERNI SENZA COMPENSO



































































































R  E  P  U  B  B  L  I  C  A     I  T  A  L  I  A  N  A N.6462/2006 Reg. Dec. N. 797 Reg. Ric. Anno 2006 IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la seguente DECISIONE Sul ricorso in appello n. 797 del 2006 proposto dal Ministero della difesa, in persona del Ministro pro tempore, rappresentato e difeso dall’Avvocatura Generale dello Stato e domiciliato ex lege presso i suoi uffici in Roma, Via dei Portoghesi n.12; C O N T R O CO.LO.COOP. Consorzio Lombardo Cooperative s.c. a r.l., in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentata e difesa dagli Avv.ti Gaetano e Luigi Tafuri ed elettivamente domiciliata presso lo studio Magnano di San Lio in Roma, Via dei Gracchi n.187; P E R L’ANNULLAMENTO della sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, sez.I-bis, n.13403/2005 in data 12 dicembre 2005; Visto il ricorso con i relativi allegati; Visto l’atto di costituzione in giudizio della CO.LO.COOP. Consorzio Lombardo Cooperative s.c. a r.l.; Visti gli atti tutti della causa; Alla pubblica udienza del 23 maggio 2006, relatore il Consigliere Carlo Deodato, ed uditi, altresì, gli Avv.ti Gaetano Tafuri e l’Avvocato dello Stato De Figueiredo; Ritenuto in fatto e considerato in diritto quanto segue: FATTO Con la sentenza appellata il t.a.r. del Lazio annullava il provvedimento con il quale il Ministero della difesa aveva negato il rinnovo di diversi contratti d’appalto, formalmente richiesto dalla società appaltatrice (originaria ricorrente ed odierna appellata). Avverso tale decisione proponeva appello il Ministero della difesa, criticando la correttezza delle argomentazioni assunte a sostegno del gravato giudizio di illegittimità, difendendo la legittimità della propria determinazione negativa del rinnovo contrattuale e concludendo per la riforma della decisione impugnata e per la conseguente reiezione del ricorso di primo grado. Resisteva la società cooperativa CO.LO.COOP. Consorzio Lombardo Cooperative, deducendo l’infondatezza delle ragioni addotte a sostegno del ricorso avversario e concludendo per la sua reiezione, con conseguente conferma della decisione impugnata. Alla pubblica udienza del 23 maggio 2006 il ricorso veniva trattenuto in decisione. DIRITTO 1.- Le parti controvertono in merito alla legittimità della determinazione con la quale l’Amministrazione della difesa aveva negato il rinnovo, alla scadenza, dei rapporti contrattuali instaurati con l’odierna appellata, sotto il peculiare profilo della possibilità, secondo l’ordinamento vigente e, in particolare, in attuazione dell’art.7, comma 2, lett.f), del decreto legislativo 17 marzo 1995, n.157, di procedere alla rinnovazione di contratti d’appalto scaduti, anche dopo l’entrata in vigore ......